venerdì, Luglio 19, 2019
Un centinaio di nuove piante messe a dimora a opera di Gorgonzola Servizi Comunali

Finiti gli interventi di potatura, Gorgonzola Servizi Comunali ha avviato per il 2019 il piano delle nuove piantumazioni in aree pubbliche comunali. 125 le piante indicate dall’agronomo delle più svariate essenze in considerazione della locazione prevista: dal sorbo domestico, alla rosa canina, dai noccioli agli aceri, dai carpini ai platani x acerifolia, per fare solo alcuni esempi. 95 le piante già messe a dimora in via Massara, in via Mattei (nel parcheggio dove si tiene il mercato) e nei parchetti di via Berlinguer, via Frescobaldi, via Pastore e via Respighi. Nei prossimi giorni saranno posizionati in via Toscana i mirabolani in sostituzione dei prunus che non avevano attecchito un anno fa, a seguito dell’abbattimento dei pioppi a rischio caduta di fronte al Centro sportivo comunale; mentre nel Parco Sola Cabiati troveranno dimora 15 rose chinensis mutabilis. I ciliegi malati di via Mattei saranno invece sostituiti da alberi di Giuda che hanno una bellissima e abbondante fioritura primaverile e tronco e rami dall’aspetto nodoso.

«Le nuove piante – spiega Luca Gragnaniello responsabile tecnico-amministrativo di GSC – provengono dal vivaio di Regione Lombardia ERSAF (Ente Regionale per i Servizi all’Agricoltura e alle Foreste) e fanno parte delle piantumazioni per i nuovi nati annualmente previste dal Comune cui vanno ad aggiungersi gli oltre 100 alberi a completamento della ciclo-pedonale Gorgonzola-Melzo. Per i pochi esemplari mancanti si procederà in ottobre, non essendo più la stagione favorevole». Tra i programmi futuri dell’Amministrazione comunale l’adesione a “Bosco Urbano” progetto di Città Metropolitana che mette in campo una strategia verde per l’hinterland milanese con la piantumazione e la cura quinquennale di 100 esemplari. Obiettivi del progetto di salvaguardia del verde urbano una serie di benefici importanti: la riduzione dell’effetto isola di calore, la rimozione degli inquinanti atmosferici e la riduzione dell’inquinamento acustico, assorbendo C02 mitiga il cambiamento climatico, riduce i rischi di allagamento e il consumo energetico attraverso un ombreggiamento naturale, aumenta la biodiversità e le superfici permeabili della città e infine migliora la salute mentale e fisica dei cittadini.

Tags: , , ,

0 Commenti

Lascia un commento

Leggi Metropolis

Luglio 2019

Seguici: