giovedì, gennaio 17, 2019

Non sono molte le informazioni tecniche sull’auto e la sua manutenzione che “viaggiano” all’interno delle scuole professionali italiane; un trend che non aiuta certamente i nostri futuri autoriparatori a essere sempre al passo con i tempi. Un problema che sta venendo meno grazie al contributo erogato dal Programma GM-EDU, coordinato dalla rivista il giornale del meccanico, edita da Duessegi Editore srl. Oltre 30 aziende di primo livello dell’aftermarket automobilistico offrono – attraverso i loro formatori – le competenze tecniche necessarie per aggiornare sia i docenti sia gli studenti, i loro futuri clienti. Giovedì 15 febbraio si è svolta presso il Best Western Falck Village Hotel di Sesto San Giovanni la riunione del CTS che ha visto la partecipazione di un pool di tecnici, formatori e docenti che hanno vagliato le attività svolte dal Programma GM-EDU che non si limita all’erogazione della formazione gratuita agli studenti e ai docenti delle 63 scuole dislocate su tutto il territorio italiano. Sono stati toccati temi importanti quali: la legge de “La Buona scuola”, la collaborazione con le officine dei network, il 3° Grand Prix dei Giovani Autoriparatori ecc.

Il team coordinato da Giuseppe Polari, direttore de il Giornale del Meccanico, ha visto la presenza della stragrande maggioranza dei componenti del Comitato Tecnico Scientifico, ovvero manager e personale degli istituti aderenti: Omar Bernardi (ASP Mazzini), Ruggero Semola (Groupauto), Fabio Pellegrini (Groupauto), Domenico Ferrara (Hella), William Cappabianca (Tenneco), Paolo Gervasio (Tenneco), Salvatore Colombo (CNOS FAP Sesto San Giovanni), Marco Ferro (Continental Automotive Trading), Gianluca Fantozzi (Dayco), Maurizio Gaudio (IPSIA L. Da Vinci), Vincenzo Giaccone (Magneti Marelli), Luciano Palmitessa (Unigom), Ennio Pedercini (Federal-Mogul), Enrico Castellengo (Sogefi) e Sandro Petrone (TRW). All’incontro erano presenti anche la professoressa Chiara Savoca (ASP Mazzini), Daniele Cerrutti (Officina Cerrutti) e i rappresentati delle Reti aderenti al Programma GM-EDU Fréderic Servajean (Rhiag), Alessandra Curti (Rhiag), Enrico Pavone (Asso Service), Massimo Guarise (Ad Service e G Service), Ruggero Semola (Groupauto), Alessandro Battiston (Federazione Italiana Rettificatori), Giulio Rossi (Federazione Italiana Rettificatori), Fabio Pellegrini (Groupauto) e Vincenzo Giaccone (Checkstar Magneti Marelli).

Tags: ,

0 Commenti

Lascia un commento

Leggi Metropolis

Dicembre 2018

Seguici: