giovedì, febbraio 21, 2019
In Martesana ‘ciak si gira’: l’ABC del Videomaker

Il 22 gennaio Spazio Giovani Martesana ha inaugurato il corso l’ABC del Videomaker guidato da Emisfero Destro Teatro, con una prima lezione aperta ai giovani vincitori della call, alle famiglie e agli amministratori e consiglieri promotori del progetto.  Martedì 22 gennaio, un gruppo di ventotto giovanissimi aspiranti videomaker, molte mamme e papà e diversi assessori dei comuni della Martesana si sono dati appuntamento a Cassina De Pecchi, comune Capofila del progetto nella sede dell’Associazione Emisfero Destro Teatro. Il gruppo era lì per dare inizio ad una nuova proposta che regala l’opportunità a studenti delle scuole medie e superiori, di apprendere e conoscere lo strumento più attuale, affascinante e misterioso della comunicazione, il video. Dopo una “call aperta” alla ricerca di giovani appassionati tra i comuni aderenti a Spazio Giovani Martesana – l’accordo che unisce le politiche giovanili locali dei comuni di Bussero, Cassina de’ Pecchi, Cambiago, Carugate, Cernusco s/n, Cologno Monzese, Gessate, Segrate, Pessano con Bornago – si è ufficialmente avviato il corso con una prima lezione davvero particolare.  In un solo grande cerchio Massimo Greco, regista e fondatore di Emisfero Destro Teatro l’associazione partner dell’iniziativa, ha guidato i giovani studenti appassionati di Youtube e videocamere, gli assessori e i consiglieri che hanno fortemente voluto l’iniziativa, ad alzarsi dalla sedia e a conoscersi con giochi teatrali, sperimentazioni per iniziare ad osservare e allenare il coraggio di seguire le proprie passioni.

LA CALL – Il corso è stato lanciato a inizio dicembre attraverso una “call” rivolta a giovani studenti per accedere, in modalità gratuita, ad un percorso formativo per scoprire e allenare la tecnica e la sensibilità della professione del videomaker. Tra dicembre e gennaio la ricerca ha viaggiato tra la rete e le strade chiamando ad impegnarsi, ragazzi e ragazze delle scuole medie e superiori, in un percorso che durerà da gennaio ad aprile 2019 con cadenza settimanale. Ai ragazzi sono stati richiesti come requisiti per partecipare: la territorialità, l’impegno e un racconto della loro motivazione ad accedere a questa opportunità. A ridosso della chiusura della call, amministrazioni, coordinatori e insegnanti si sono ritrovati di fronte alle parole di questi ragazzi: “Fin da piccolo passavo il mio tempo libero a vedere dei video su Youtube, un giorno mi sono ripromesso di fare video per conto mio”; hanno voluto a tutti i costi mettere in campo con uno sforzo più risorse per incoraggiare i più piccoli e i più grandi a cogliere le opportunità e ad immaginare il futuro che vorrebbero “voglio imparare più cose possibili in questo ambito perchè un giorno vorrei farlo diventare il mio lavoro , viaggiando in tutto il mondo e sperando di conoscere persone di ogni tipo, cultura, paese, religione e idee”.

Il corso ha riscosso un altissimo gradimento da parte di ragazzi e giovani, motivo per cui i referenti politici della rete hanno deciso di raddoppiare l’appuntamento facendo partire due gruppi in due corsi paralleli per accogliere più ragazzi. Il corso prevede un programma che si rispecchia nel lavoro che i servizi stanno svolgendo, infatti vuole essere un campo di sperimentazione pratica di una passione, per permettere ai giovani studenti di toccare con mano conoscenza e tecnica, ma allo stesso tempo vuole essere un’opportunità per aprire un dialogo e attivare un lavoro di sensibilizzazione con una lezione specifica in connessione con l’iniziativa “Posto che rimane in rete” sul tema della consapevolezza nell’uso della nostra immagine, diffusione di video personali e pubblicazioni su web e social.

L’ABC del Videomaker rappresenta una importante tappe del grande lavoro che Spazio Giovani Martesana sta svolgendo nei territori. Gli assessori e le cooperative del terzo settore che si occupano dei servizi di educativa del territorio guidati dal nuovo coordinamento pedagogico di Monica Brotto della Coop. LaFucina, hanno rinnovato il lavoro di questo progetto, dando in pochi mesi nuova linfa e una nuova visione ad una lunga e significativa storia.
Tommaso Chiarella, assessore del Comune Capofila Cassina De Pecchi dichiara: “Un progetto importante, di cui siamo particolarmente orgogliosi, perché fornisce ai ragazzi  competenze preziose in un ambito che li appassiona molto. Apprendere i segreti del linguaggio cinematografico rappresenta un’opportunità notevole per questa generazione di giovani, nativi digitali, che vivono costantemente connessi attraverso la Rete e i social network. Per i ragazzi il corso costituisce anche un’occasione utile per imparare ad usare i social in modo intelligente e accorto, senza il rischio di cadere in situazioni negative e soprattutto evitandone un eccessivo uso”.

UN CALENDARIO CONDIVISO – Dopo l’avvio di questa prima iniziativa, la rete di Spazio Giovani Martesana non ha assolutamente intenzione di rallentare, ma anzi vuole rendere un metodo, la “buona pratica” della condivisione delle risorse locali, progettando un calendario di proposte che coinvolgeranno i giovani in occasioni di formazione, incontro e relazione. Nei prossimi mesi i CAG e i servizi della rete in alcuni casi apriranno le loro porte, in altri si metteranno in marcia in modo itinerante, proponendo un programma di attività per stimolare i ragazzi su temi quali: cooperazione, ludopatia, bullismo, volontariato, peer education, protagonismo giovanile e molto altro. Spazio Giovani Martesana ha una lunga storia, iniziata nata nel 1998, come accordo di programma tra i rappresentanti delle politiche giovanili, per lavorare insieme a tutti gli attori del territorio della Martesana, su interventi e i servizi rivolti ai giovani. Attualmente partecipano al programma: Bussero, Cassina de’ Pecchi, Cambiago, Carugate, Cernusco s/n, Cologno Monzese, Gessate, Segrate, Pessano con Bornago, Vimodrone, ATS e Città Metropolitana. Quanto svolto in questi anni ha sempre espresso un forte impegno a rendere i giovani protagonisti dei territori in cui vivono, con azioni in campo: lavorativo, culturale, sportivo, sociale e ambientale. La caratteristica che è rimasta costante nel tempo è la capacità di rinnovarsi, tenendo sempre alta l’attenzione sull’evoluzione e i bisogni delle nuove generazioni.

CONTATTI E MAGGIORI INFORMAZIONI
Progetto Spazio Giovani Martesana
Coordinatore di progetto: Monica Brotto
Referente comunicazione: Paola Mennillo
mail progettosgm@lafucina.org

 

 

Tags: , , , , ,

0 Commenti

Lascia un commento

Leggi Metropolis

Febbraio 2019

Seguici: