martedì, Agosto 20, 2019

Non riesco a spiegarmi perché un profugo del Centro Africa, per arrivare in Europa, debba attraversare la Libia e affrontare il Mediterraneo quando, salendo dal Marocco, avrebbe la Spagna a portata di mano. Forse perché gli Spagnoli non sono poi così campioni di acco- glienza? Basta farsi un giro a Ceuta e Melilla… Eppure, dopo la faccenda dell’Aquarius, ”La Repubblica” ci ha ancora una volta deliziato con il titolo “La lezione spagnola”. Lezione? Come la lezione di Macron, che ha il coraggio di salire in cattedra dopo i fatti incresciosi di Bardonecchia e Ventimiglia? E ci fermiamo qui, senza approfondire: altrimenti scopriremmo che il caos libico e il falso mito della Primavera Araba l’hanno provocato proprio i Francesi e non certo per nobili motivi.
La nostra Sinistra sta serena e continua il giochino che faceva ai tempi di Berlusconi: fa sponda in Europa per attaccare il governo italiano brutto e cattivo. Ma non si accorge che gli elettori vanno da tutt’altra parte e che far sentire la nostra voce nella UE perché si rivedano i parametri dell’accoglienza dei profughi è ritenuta cosa buona e giusta da 1 elettore su 3 del Pd. Riacquistare una dignità in Europa non dovrebbe essere di destra o di sinistra, dovrebbe stare a cuore a tutti gli Italiani.

0 Commenti

Lascia un commento

Leggi Metropolis

Luglio 2019

Seguici: