martedì, Gennaio 18, 2022
Il Consiglio Comunale approva il Piano per il Diritto allo Studio 2021/2022

Via libera del Consiglio comunale martedì 21 dicembre, con 15 voti favorevoli e 6 astenuti, al Piano di Diritto allo studio 2021/2022. È di 2,3 milioni di euro l’impegno economico complessivo dell’Amministrazione comunale per il mondo della scuola, che va dalla complessa macchina di gestione dei servizi e degli immobili che ospitano gli istituti cittadini al finanziamento di attività e progetti didattici con particolare attenzione ai temi della disabilità, dell’inclusione e del sostegno alle situazioni di fragilità accentuatesi con la pandemia.

«Il Piano per il diritto allo studio è il primo documento di programmazione che portiamo in Aula in questo mandato, partiamo dalla scuola e dai giovani e credo che sia un segnale importante oltre che la conferma del nostro massimo impegno a supporto di dirigenti scolastici, docenti e famiglie in questa difficile fase di ripresa dall’emergenza Covid», ha sottolineato la Sindaca Ivonne Cosciotti in apertura di seduta. Le linee guida del documento, che interessa una popolazione scolastica totale di circa 5.000 studenti (il 13,5% della popolazione residente complessiva) tra scuole dell’infanzia, primarie e secondarie comunali, paritarie e CPIA, sono state poi presentate dall’Assessora alla Scuola, Jessica D’Adamo.

«È il terzo anno scolastico in periodo di pandemia, a settembre sono ripartite regolarmente le lezioni in presenza e l’Amministrazione comunale ha fatto negli scorsi anni e continua a fare la propria parte – ha detto l’Assessora – la scuola è la “seconda casa” degli adulti di domani, abbiamo lavorato per portare il Piano in approvazione entro la fine dell’anno nonostante le elezioni a ottobre, non era scontato ed è un risultato importante che raggiungiamo grazie al lavoro degli Uffici comunali ma anche al contributo della rete associativa di Pioltello che ha proposto diversi progetti che arricchiscono l’offerta formativa per i nostri studenti».

Oltre ai maxi investimenti portati a termine dall’Amministrazione comunale di Pioltello nel 2020/2021 sugli edifici, gli arredi e le dotazioni tecnologiche (come i nuovi banchi per tutte le scuole e gli iPad forniti a tutti gli studenti delle medie) per affrontare la difficile fase di ripresa delle lezioni, il Piano per il diritto allo studio conferma le iniziative e i progetti degli scorsi anni con un focus sulle situazioni di difficoltà emerse con l’emergenza.

«Il Covid ci lascia in eredità una perdita educativa senza precedenti facendo emergere e in molti casi aumentare numerose fragilità e ora più che mai Istituzioni scolastiche e Amministrazione Comunale devono essere alleate – ha spiegato D’Adamo – abbiamo mantenuto lo stanziamento per lo Sportello psicopedagogico, che ha visto un forte aumento degli accessi nel 2020, e aumentato le risorse per l’Educativa scolastica che dai 90mila euro del 2018 passano a 315mila euro: negli ultimi anni c’è stata una crescita fortissima delle richieste, lo scorso anno abbiamo messo a disposizione tramite Azienda Futura 9.864 ore di assistenza, sappiamo che dobbiamo lavorare ancora di più ma i Comuni non possono essere lasciati soli in questa partita che richiede un impegno degli enti superiori che chiederemo con forza». Tra gli interventi previsti dal Piano, confermati i contributi straordinari alle scuole paritarie della città alle prese con le conseguenze della pandemia e i servizi di pre e post scuola, garantiti dal Comune nonostante il maggior numero di educatori necessari, la riduzione delle adesioni e l’aumento delle spese dovuti ai rigidi protocolli anti-contagio.

Sul fronte dell’ampliamento dell’offerta formativa, saranno erogati 45mila euro per il cofinanziamento dei progetti presentati delle scuole, cui si aggiungono le iniziative organizzate dagli Assessorati insieme con le associazioni cittadine in particolare sui temi dell’ambiente, dell’educazione civica, dello sport, della salute e della prevenzione. Tra questi, alcune importanti novità sono il Progetto di Fondazione Umberto Veronesi destinato a tutte le scuole e finalizzato alla promozione di corretti stili di vita, il Progetto “Mi riconosci?”, destinato alle classi quinte della scuola primaria, finalizzato all’abbattimento degli stereotipi di genere, tema fondamentale per la crescita dei giovani e sul quale è necessario intervenire fin dall’infanzia e i Progetti musicali, a cura del Civico Istituto Musicale G. Puccini, destinato alle Scuole dell’Infanzia e alla primaria.

Tags: , , ,

0 Commenti

Lascia un commento

Leggi Metropolis

Dicembre 2021

Seguici:

INSTAGRAM