giovedì, Giugno 13, 2024
Il Centrosinistra ha scelto il successore di Rusnati: è Massimo Vadori

Lunedì 7 Marzo, il candidato sindaco per la lista “Ideazione Bussero Condivisa” Massimo Vadori si è ufficialmente presentato alla cittadinanza. Dopo il saluto e i ringraziamenti agli oltre 150 cittadini accorsi presso l’auditorium “Spazio Sfera” per assistere all’evento, Massimo Vadori ha voluto ripercorrere il percorso e le motivazioni che lo hanno spinto ad accettare la candidatura a primo cittadino per le prossime elezioni. Un impegno che arriva da molto lontano, da quando l’attuale vicesindaco ha incontrato i valori autentici della comunità busserese come l’inclusione, l’apertura, la fiducia nell’altro, ma anche l’impegno inteso come lavoro, fatica e responsabilità, che lo hanno portato a dedicarsi attivamente e in vari ambiti alla vita sociale, civica e politica del proprio paese.


«Le relazioni, le persone e i loro bisogni saranno come sempre al centro del nostro programma elettorale e della nostra azione amministrativa – ha dichiarato Massimo Vadori durante la presentazione della sua candidatura – così come l’ascolto e la condivisione, elementi che continueranno a guidarci nel rapporto con la cittadinanza. Allo stesso tempo, oggi il paese è alla vigilia di un’altra importante fase e davanti a noi ci sono importanti trasformazioni che segneranno il futuro di questa comunità. L’approvazione definitiva del nuovo PGT, recentemente votata in consiglio, metterà fin da subito la prossima amministrazione nelle condizioni di affrontare alcuni temi di grande impatto per il paese. Per farlo, oltre a impegno e responsabilità, occorreranno conoscenza e competenza, qualità che ritengo
indispensabili per chi si appresta a guidare un’amministrazione pubblica. Avere un sogno, infatti, significa a mio avviso assecondare la passione per seguirlo ma soprattutto trovare la necessaria competenza per fare in modo che questo si realizzi attraverso atti concreti, anche amministrativi».


Sul palco, insieme a Vadori, durante la serata condotta e moderata da Ornella Ponzellini, consigliere comunale per Ideazione Bussero Condivisa, il Sindaco Curzio Rusnati. «Insieme a Massimo – ha sottolineato il Sindaco – abbiamo incontrato i cittadini, ascoltato i loro bisogni, li abbiamo protetti e sostenuti in questi due anni di pandemia, e lo abbiamo fatto sempre con l’etica collettiva fatta di lavoro quotidiano, rispetto per la fatica di tutti e soprattutto con una presenza costante, continua e appassionata per Bussero, la stessa presenza che sono certo Massimo Vadori continuerà a mettere a disposizione della nostra comunità»

Vadori ha poi illustrato brevemente i temi principali che saranno oggetto dei tavoli di lavoro previsti nelle prossime settimane e che coinvolgeranno la cittadinanza nella stesura del programma elettorale di “Ideazione Bussero Condivisa”. Tra questi il nuovo polo scolastico, «ormai necessario, per razionalizzare spazi e volumi, oltre ad avviare una riflessione più profonda su come immaginare il futuro della scuola a Bussero» e la vasca di laminazione sul Molgora sulla quale ha espresso nuovamente la contrarietà, «non tanto per la vasca in sé, quanto per lo studio di un progetto presentato che ha un impatto ambientale negativo sul territorio e ha ribadito l’inderogabile necessità del coinvolgimento dei comuni nella fase di progettazione da parte della Regione».

Sul versante dei servizi alla persona, al centro del confronto con la cittadinanza, previsto nelle prossime settimane, il futuro di Villa Casnati, «un progetto complesso e articolato – ha affermato Massimo Vadori- nato da una necessità di due associazioni del nostro comune (Le Ali e Chi Può Dirlo) di trovare risposte a chi sul territorio vive una situazione di fragilità, sia essa fisica, psicologica o relazionale. Un tema questo molto sentito, che necessita di una visione più ampia e condivisa e che deve essere estesa anche oltre i confini del nostro paese.

Tags: , ,

0 Commenti

Lascia un commento

Leggi Metropolis

Giugno 2024

Seguici:

INSTAGRAM

gruppo cap
elezioni 2024