lunedì, dicembre 10, 2018
Cinque nuovi benemeriti entrano nel Famedio di Gorgonzola

Sabato 1 dicembre 2018 alle ore 11.00 si è svolta la cerimonia di conferimento al famedio della Città di Gorgonzola di 5 nuovi benemeriti: don Erminio Pozzi, Eros Costante Gironi, Romeo Della Bella, Carlo Monti e Giorgio Faré. Tanti i cittadini riunitisi nel piazzale delle cerimonie del Cimitero storico, per rendere omaggio alle donne e agli uomini che hanno lasciato, con il loro operare un segno indelebile nella Città. «Oggi Gorgonzola – ha dichiarato il sindaco Angelo Stucchi – rende omaggio e onora alcuni dei suoi cittadini che esprimono Gorgonzola nel suo complesso, nelle numerose e diverse sensibilità che negli anni hanno plasmato la sua storia e la sua l’evoluzione.

L’iscrizione dei benemeriti al famedio non è solo un gesto di commemorazione ma un modo per rinnovare il legame tra le loro vite e le nostre perché con la memoria e l’esempio di questi nostri concittadini, possiamo far fare a Gorgonzola il passo che serve in questo tempo. Quello che ci hanno consegnato e vissuto è un patrimonio straordinario di valori, di positività, di fiducia in sé stessi e nelle proprie capacità e nella difficoltà di un cambiamento, abbiamo bisogno più che mai bisogno di questi esempi. Conserviamo qui i lori nomi, nel Famedio di Gorgonzola, luogo creato per custodire e trasmettere la memoria di una comunità bella e accogliente che si è costruita grazie al genio dei suoi cittadini e alla loro capacità di creare, di innovare, di esprimere bellezza e impegno civile. Gorgonzola si riconosce in loro, come loro si sono riconosciuti in Gorgonzola, amandola e facendone il luogo del loro impegno. Grazie, Erminio, Eros, Romeo, Carlo, Giorgio, Anacleto, Carlo, Giuseppe, Costantino, Ambra, Marco, Gorgonzola vi è riconoscente. Grazie anche a voi mogli, a voi figlie e figli che avete incoraggiato, sostenuto e sacrificato un poi di voi stessi per condividere con questa città queste persone. Anche a voi Gorgonzola dice grazie».

Tags: ,

0 Commenti

Lascia un commento

Leggi Metropolis

Novembre 2018

Seguici: