giovedì, gennaio 28, 2021
Bassini: a 13 mesi dal primo colpo di ruspa, inaugurata la palazzina uffici

È stata inaugurata la mattina del 7 gennaio alla presenza delle più alte cariche istituzionali del territorio (l’On. Jari Colla e il Consigliere Regionale Riccardo Pase) e dell’Assessore al Welfare di Regione Lombardia, Giulio Gallera, la nuova Palazzina Uffici nata 13 mesi dopo l’inizio dei lavori di demolizione dell’incompiuto Auditorium di via Gorki a Cinisello Balsamo. “Sono trascorsi 13 mesi – ha dichiarato il Direttore generale ASST Nord Milano, Elisabetta Fabbrini – da quando abbiamo dato con i primi colpi di ruspa il via ai lavori: dopo 31 anni finalmente è cambiato il volto dell’Ospedale Bassini e di via Gorki grazie ad un finanziamento di 2.500.000 euro da parte di Regione Lombardia. I 13.000 mq di cemento dell’incompiuto auditorium hanno lasciato il posto, in soli 13 mesi , ad una palazzina di due piani che ospiterà a partire dai prossimi giorni circa 80 postazioni di lavoro degli uffici amministrativi e di staff. Un grazie all’impresa di costruzioni e ai nostri professionisti perchè nonostante le interruzioni e le restrizioni del periodo sono riusciti a terminare i lavori nei tempi concordati”.

In circa 13 mesi, 11 considerando i 2 mesi di interruzione lavori causati dall’emergenza sanitaria, ha visto la luce un edificio ad altissima prestazione energetica, alimentato per oltre il 56% del fabbisogno totale da fonti rinnovabili grazie, ad esempio, alla presenza di pannelli fotovoltaici in copertura. Una maggiore attenzione all’ambiente, in linea con la bellezza del Parco Nord, anche grazie alla previsione di una copertura dell’edificio parzialmente a verde e con la riqualificazione delle aree esterne.

“Il progetto di costruzione della nuova Palazzina – ha continuato Elisabetta Fabbrini – Direttore Generale ASST Nord Milano – ci ha permesso di ripensare in chiave strategica l’organizzazione delle attività amministrative e di staff decidendo, in una logica oserei dire rivoluzionaria rispetto al passato di questa azienda, di centralizzare tutte le attività amministrative e di supporto nei due Presidi Ospedalieri di Cinisello Balsamo e di Sesto San Giovanni con risultati in termini di semplificazione e snellimento dei processi aziendali interni”.

L’Auditorium mai ultimato ha rappresentato, comunque, un simbolo per la città di Cinisello Balsamo del quale si vuole preservarne la memoria nel tempo. A tale scopo, l’ASST Nord Milano ha proposto un progetto fotografico con successiva mostra itinerante, teso a documentare l’abbattimento dell’ecomostro e la successiva ricostruzione della nuova palazzina che ne ha preso il posto. Il progetto ha visto il coinvolgimento della Scuola Fotografica Bauer che, attraverso un concorso interno, ha selezionato tre giovani studenti che si sono occupati di cogliere i momenti salienti delle diverse fasi di lavoro.

Il progetto che vedrà la realizzazione della mostra non appena il periodo emergenziale lo consentirà, è stato interamente finanziato da sponsor, ottenendo il patrocinio oneroso del Comune di Cinisello e il supporto di Uniabita Soc. Coop e della ITI Impresa Generale spa e di SISTEM costruzioni srl. “Abbiamo voluto dare il nostro contributo partecipando a questa iniziativa – ha dichiarato il Sindaco di Cinisello Balsamo, Giacomo Ghilardi – per sottolineare l’importante risultato ottenuto con la demolizione dell’ecomostro per la città di Cinisello Balsamo, la rilevanza ambientale di tale trasformazione e l’importanza culturale del progetto di documentazione fotografica. La cancellazione dell’ecomostro dall’elenco delle opere incompiute ha un valore di portata storica per Cinisello Balsamo. La mostra permanente permetterà di documentare la trasformazione determinante che riqualificherà l’intera area con del verde, in coerenza con il vicino Parco Nord, restituendo qualità a quel che è una porta di accesso alla città”.

 

Tags: , , , ,

0 Commenti

Lascia un commento

Leggi Metropolis

Dicembre 2020

Seguici: