giovedì, marzo 21, 2019

In via sperimentale a inizio anno il Comune di Cologno Monzese ha indetto il primo bando per sovvenzionare 5 progetti presentati dalla associazioni colognesi in ambito sociale, culturale e sportivo con priorità per i progetti mai sviluppati e destinati a bambini, anziani o persone diversamente abili. Budget totale stanziato: 2500 euro. Sono stati recentemente comunicati i risultati scaturiti dalle valutazioni fatte dall’apposita commissione e dall’assegnazione dei punteggi. Di seguito i progetti risultati vincitori:

– progetto “Combattere ad armi pari” dell’associazione sportiva Taekwondo Cologno ASD che prevede la realizzazione di un corso sportivo interamente dedicato a 10 ragazzi dai 4 ai 18 anni diversamente abili senza costi per le famiglie.

Campionato italiano outdoor di Para Archery organizzato dall’associazione sportiva Arcieri Cologno presso il campo sportivo comunale di Viale Campania per la prima volta in Lombardia che ha visto confrontarsi in una due giorni di manifestazione circa 100 atleti diversamente abili.

– progetto NINNA NA-RRA dell’associazione ProLoco in collaborazione con la Casa Famiglia Monsignor Carlo Testa di Cologno Monzese destinato alle classi terze delle scuole primarie. Il progetto prevede la riscoperta di 3 luoghi colognesi di interesse storico e culturale, Villa Casati, Chiesa antica di Piazza XI febbraio e il Parco della Cave, tramite la narrazione e la visita sul posto da parte degli anziani e dei bambini e tramite laboratori artistici guidati da un’arte-terapeuta.

– progetto “Gli Alberi del canto” dell’associazione musicale Monteverdi destinato ai bambini delle scuole primarie con cui si propone di far avvicinare i bambini alla pratica del canto corale e con essa alla conoscenza del patrimonio musicale italiano e in particolare lombardo

– progetto “Alimentiamo” dell’associazione Auser Insieme Volontariato Sociale che ha l’obiettivo di formare/informare le persone anziane sulle modalità di alimentazione più adeguate per realizzare un corretto invecchiamento e avere una migliore qualità della vita.

“E’ stata un’iniziativa nata in via sperimentale – commenta Dania Perego, assessore alla cultura – che ha avuto un bel successo vista la qualità dei progetti presentati. E’ un modo trasparente ed equo per sostenere le associazioni colognesi che presentano progetti rivolti in particolare alle categorie più fragili, in un circuito virtuosa che va a beneficio di tutti i colognesi”. Il Sindaco Angelo Rocchi parla di “attenzione al lavoro che il terzo settore, particolarmente sviluppato e presente sul territorio, svolge a favore della città. In una situazione nella quale le criticità sono molte e spesso, purtroppo, le risorse pubbliche non sono sufficienti, la sussidiarietà delle nostre associazioni diventa un complemento fondamentale dell’attività del Comune. Giusto, quindi, assegnare risorse a chi si spende per la propria comunità”.

Tags: , ,

0 Commenti

Lascia un commento

Leggi Metropolis

Marzo 2019

Seguici: