lunedì, dicembre 10, 2018

Lo scorso febbraio ABIO Brianza, l’Associazione per il Bambino In Ospedale, ha donato 15 poltrone letto e 9 tavolini alla pediatria del Bassini, per rendere più confortevole il pernottamento delle mamme al fianco dei loro piccoli ricoverati. Hanno partecipato all’evento il presidente di ABIO Brianza Susanna Bocceda, il primario del reparto di pediatria dott. Guido Pellegrini, la coordinatrice infermieristica dello stesso reparto Maria Grazia Trombini ed il responsabile del coordinamento di ABIO Brianza, Graziano Boscariol.

ABIO Brianza nasce nel 1984 e conta 600 volontari collocati in 14 reparti pediatrici negli ospedali di Monza, Cinisello, Carate Brianza, Desio e Vimercate. L’obiettivo primario è aiutare il bambino e l’adolescente a superare il potenziale rischio di trauma causato dal ricovero e dalla permanenza in una struttura ospedaliera, offrendo anche ai genitori il sostegno necessario a promuovere il loro benessere. Per questo motivo, collaborando con le diverse figure medico infermieristiche, cerchiamo di essere come un ponte che unisce la realtà ospedaliera con tutto quanto il bambino e la sua famiglia hanno lasciato “fuori”.

Appartenere ad Abio significa essere parte integrante di un progetto di attenzione e di amore nei confronti dei più piccoli e dei loro genitori, è possedere un passe-partout che non solo apre gli armadietti ricolmi di giochi e di colori che arredano i reparti, ma spalanca umilmente le braccia ad un prossimo la cui fragilità è determinata sia dalla malattia che dall’allontanamento dal proprio nucleo affettivo.

La famiglia ABIO Brianza, con presidio al Bassini, si ingrandisce ed ha bisogno sempre più di volontari. Per questo motivo verrà organizzata una sessione del corso di formazione dedicata a chi vuole fare il volontario esclusivamente al Bassini di Cinisello: saranno organizzati 4 incontri che inizieranno il 10 Maggio alle 18,30 e si terranno presso le aule dello stesso ospedale. Per diventare volontario ABIO Brianza, infatti, è necessario frequentare un corso di formazione e, dopo un tirocinio in cui è previsto l’affiancamento di un tutor, i volontari sono pronti a dedicare un turno di tre ore settimanali del proprio tempo, per donare un po’ di serenità e spensieratezza a chi ne ha più bisogno. “Diventa anche tu un volontario ABIO e dona il tuo tempo ed il tuo sorriso ai bambini ricoverati e ai loro familiari” è l’invito dell’associazione. Per informazioni telefonare alla segreteria dell’Associazione allo 039 2333653 o via mail segreteria@abiobrianza.org

Tags: , , , , ,

0 Commenti

Lascia un commento

Leggi Metropolis

Novembre 2018

Seguici: