venerdì, dicembre 4, 2020
A Cologno Monzese il primo Centro Diagnostico Territoriale Covid dell’area milanese

E’ attivo a Cologno Monzese il primo Centro Diagnostico Territoriale Covid dell’area milanese, un percorso ambulatoriale gratuito dedicato ai pazienti con sintomi sospetti per COVID-19 per l’effettuazione di prelievo e tampone naso-faringeo e, dove necessario, un consulto specialistico con ecografia. Da ieri, lunedì 16 novembre, dunque, l’ASST Nord Milano attiva per tutti i pazienti con sintomi sospetti e seguiti a casa dal proprio Medico di Medicina Generale in uno dei sei Comuni di riferimento dell’ASST Nord Milano (Bresso, Cinisello Balsamo, Cologno Monzese, Cusano Milanino, Cormano e Sesto San Giovanni) un percorso ambulatoriale dedicato per garantire l’effettuazione di tutti gli esami necessari per una corretta e tempestiva diagnosi: esami del sangue e tampone naso-faringeo ma anche, quando necessario, visita specialistica e ecografia torace. Si parla di due livelli di accesso.

Su segnalazione del Medico di Medicina Generale il Centro Servizi dell’ASST Nord Milano si occuperà di prenotare negli slot dedicati (40 pazienti al giorno dal lunedì al venerdì) lo screening diagnostico di primo livello: esami del sangue e tampone naso-faringeo. Una volta ricevuti gli esiti, il MMG potrà richiedere un consulto telefonico specialistico per valutare un accesso al Centro Diagnostico di secondo livello con l’esecuzione di visita specialistica pneumologica, ecografia toracica, test del cammino. Sarà poi il medico specialista durante la visita a valutare l’eventuale necessità di ricovero o di accesso di Pronto Soccorso per una valutazione più approfondita o il rientro al domicilio del paziente con monitoraggio da parte del MMG o del Centro Servizi per i casi più complessi.

“Queste strutture territoriali – spiega l’Assessore Regionale al Welfare, Giulio Gallera – permettono di registrare una minore pressione sui Pronto Soccorso, la riduzione del tasso di ospedalizzazione, migliore gestione territoriale dei pazienti, riduzione di eventuali complicanze grazie ad una più tempestiva diagnosi con conseguente terapia farmacologica domiciliare, dove necessario”.

Ma non solo. In un’ala dedicata sempre all’interno della sede che ospita il Poliambulatorio di via Boccaccio a Cologno Monzese, è stato avviato anche un nuovo Punto Tamponi, con l’esecuzione di circa 50 tamponi al giorno cui potranno accedere, su prenotazione, coloro che sono stati segnalati come caso sintomatico o a rischio dal proprio Medico o pediatra e devono effettuare il tampone su prenotazione. Questo nuovo Punto Tamponi si aggiunge all’offerta dell’ASST Nord Milano già presente sul territorio con il ‘Drive In’ all’ospedale Bassini di Cinisello Balsamo (circa 600 tamponi al giorno) e quello al parcheggio di via XX Settembre a Sesto San Giovanni (circa 200 tamponi al giorno).

“Con questo progetto l’ASST Nord Milano – spiega il Direttore socio sanitario dell’ASST, Barbara Mangiacavalli – vuole contribuire ad una ottimale gestione territoriale dei pazienti, garantire cure di prossimità fornendo ai MMG le informazioni utili ad una gestione domiciliare dei pazienti con sintomatologia riconducibile ad infezione da COVID-19. Una linea diretta fra ospedale e territorio che richiede per noi un importante sforzo organizzativo considerando anche le attività di assistenza svolte nei due Ospedali di Sesto e Cinisello ma indispensabile per creare i migliori percorsi assistenziali per i nostri pazienti anche e soprattutto in questo periodo di difficile emergenza”.

Così il Consigliere Riccardo Pase, componente della Commissione Sanità in Regione Lombardia: “Si tratta di una struttura che potenzia ancor di più i servizi sanitari offerti al territorio, dando la possibilità ai cittadini che manifestano sintomi simil influenzali di accedere, su invito del proprio medico curante, ad un percorso ambulatoriale interamente gratuito. Il progetto rientra nell’offerta di servizi aggiuntivi che l’ASST Nord Milano sta già mettendo in campo nelle ultime settimane per fronteggiare l’emergenza sanitaria in corso. In pratica, il medico di base può inviare nella struttura un paziente che denuncia sintomi Covid, il quale potrà effettuare direttamente un tampone. Non solo, nel caso il cui il paziente presenti già sintomi conclamati, il medico di base potrà attivare un percorso più approfondito, che oltre al tampone naso faringeo comprende anche l’esame ematochimico, rilevazione SpO2, pressione e frequenza respiratoria, temperatura e test del cammino. Infine, se il paziente dovesse presentare delle complicanze maggiori, allora si attiverebbe un accertamento ancora più approfondito con esami specifici, come ad esempio la visita pneumologia, l’ecografia toracica e altri esami che normalmente andrebbero effettuati presso l’ospedale. Nella cartella sanitaria del paziente verranno immessi direttamente i risultati delle analisi che il medico curante potrà vedere e utilizzare per valutare i passi successivi, come ad esempio un ricovero ospedaliero. Un nuovo servizio utilissimo per il cittadino – conclude Pase- che servirà anche ad alleggerire la pressione sui medici di medicina generale e nello stesso tempo a decongestionare i pronto soccorso della zona. Anche con questa importante novità , l’ASST Nord Milano sta dimostrando di spostare l’attenzione sul territorio, intervenendo con aiuti concreti a favore dei cittadini. L’auspicio è che presto questo tipo di strutture poliambulatoriali possano arrivare su tutto il territorio lombardo”.

Tags: , , , ,

0 Commenti

Lascia un commento

Leggi Metropolis

Ottobre 2020

Seguici: