lunedì, Novembre 18, 2019
Taglio del nastro per la prima colonnina di ricarica pubblica targata Cogeser Energia

Martedì 29 ottobre 2019 il sindaco di Melzo, Antonio Fusé, ha ufficialmente inaugurato la colonnina di ricarica elettrica, realizzata da COGESER Energia in via San Rocco e già funzionante da alcuni mesi. Con lui l’amministratore unico di COGESER Energia, Lino Ladini, e Massimo Sabbioneda, Head of E-Mobility e Business Development di Alpiq Energia Italia S.p.A. Dopo il taglio del nastro e alcune dimostrazioni pratiche sull’uso del punto di ricarica, ai presenti è stata offerta la possibilità di partecipare a “test drive” su alcune Bmw i3, messe a disposizione dalla Concessionaria Bmw Autovanti di Monza. E’ intanto partito in questi giorni il cantiere per l’installazione di una seconda colonnina in Melzo, in via Maffia. Ha inizio così l’attuazione del Progetto SMARTesana, con cui il Gruppo COGESER ha disegnato un percorso per trasformare il territorio dell’Adda-Martesana in una “smart land”, partendo proprio dalla mobilità elettrica per approdare all’installazione, nei Comuni che vorranno aderire, di impianti innovativi per l’illuminazione pubblica, e a programmi per l’efficientamento energetico di edifici pubblici e privati. In particolare, per quanto riguarda le colonnine, il progetto ne prevede circa 40, distribuite nel territorio dell’Adda-Martesana e Comuni adiacenti, in modo da costituire un ponte tra Milano e Bergamo/Brescia, una rete di ricarica accessibile e interoperabile. Partner tecnologico di questa operazione è Alpiq Energia Italia S.p.A., filiale di uno dei principali gruppi energetici svizzeri, attiva nel campo della mobilità elettrica dal 2011.

Qualche nota tecnica – Ogni colonnina di ricarica sarà collocata su suolo pubblico con accesso 24 ore su 24. La maggior parte delle colonnine sarà dotata di quattro prese, conformi agli standard tecnici nazionali e internazionali, per ricaricare contemporaneamente due auto e due moto. Le funzioni principali proprie dell’intelligenza della colonnina sono: un dispositivo di controllo di corretta connessione del cavo; un sistema di blocco del connettore per impedire la rimozione non autorizzata del cavo; una luce led a tre colori indicante lo stato della ricarica e la disponibilità del sistema; un sistema di interruzione automatica dell’erogazione di corrente elettrica al raggiungimento della carica completa della batteria; geo-localizzazione su mappe di mobilità; l’interoperabilità (“roaming”). I clienti di COGESER Energia e le amministrazioni pubbliche (che hanno in dotazione auto elettriche) potranno ricaricare a un prezzo, rispetto alla tariffa media del mercato, inferiore dal 5 al 10%: 0,39 €/kWh, con un risparmio del 30%, sulla percorrenza di 100 km, rispetto alla benzina o al diesel. La tariffa applicata ai non clienti sarà 0,42 €/kWh. Come fruire delle colonnine di COGESER Energia? Si può aderire al servizio in tre modalità distinte: a) con APP Italy Easy4you, previa registrazione anche attraverso il sito web www.mobilitaelettrica.cogeserenergia.it; b) con tessera Rfid, con registrazione; c) con il QR code per le ricariche spot, senza registrazione.

Antonio Fusé: “Ci muoviamo verso una Melzo più ecosostenibile” – “Con questa inaugurazione – ha dichiarato il sindaco di Melzo, Antonio Fusé – a cui farà seguito l’installazione della seconda colonnina di via Maffia, Melzo vuole dare il suo contributo alla diffusione della mobilità elettrica e di un modello di città più vivibile grazie all’utilizzo delle più moderne tecnologie. Essere una smart city significa per noi avere rispetto per l’ambiente, proporre modelli di vita ecosostenibili, semplificare la quotidianità dei cittadini. Questo è il primo passo, compiuto grazie alla competenza e professionalità di COGESER Energia e al supporto dell’Ufficio tecnico comunale e della Polizia Locale”.

Massimo Sabbioneda: “Sviluppiamo soluzioni innovative per far crescere la mobilità elettrica anche in Italia” – “Per un general contractor come Alpiq, attivo da diversi anni nell’offerta di una gamma completa di prodotti e servizi di mobilità elettrica – ha evidenziato Massimo Sabbioneda, Head of E-Mobility & Business Development del gruppo svizzero in Italia – contribuire allo sviluppo di smart city e di iniziative ecosostenibili con partner lungimiranti e innovativi come il Gruppo COGESER e Comuni all’avanguardia come quello di Melzo, che guardano al futuro per migliorare la qualità della vita, è la concreta testimonianza che anche in Italia si possono realizzare progetti ambiziosi in linea con i più avanzati Paesi europei”.

Lino Ladini: “Facciamo da apripista per rendere smart l’Adda-Martesana” – “Come multiutility energetica di riferimento per l’Adda-Martesana – ha spiegato Lino Ladini, Amministratore Unico di COGESER Energia – ci siamo assunti il ruolo di apripista per guidare i Comuni che vorranno verso l’utilizzo di nuove tecnologie che possano migliorare la vita dei cittadini e l’ambiente. E’ questo il nocciolo del Progetto SMARTesana, che oggi è passato dalla carta alla realtà. Ringraziamo per questo Alpiq per la preziosa partnership, e il Comune di Melzo, che ha accolto le nostre proposte. Intendiamo proseguire su questa strada, mettendo a disposizione le nostre competenze e le nostre capacità di investimento sia sul versante della mobilità elettrica sia su quello più generale di uno sviluppo smart del nostro territorio”.

 

INFORMAZIONI GENERALI SUL SERVIZIO

Cos’è il servizio di Mobilità Elettrica di Cogeser Energia? Il progetto denominato SMARTesana prevede di “sviluppare la mobilità elettrica” prevalentemente nei 29 Comuni dell’Adda Martesana, attraverso la realizzazione di una rete di ricarica elettrica ad “uso pubblico”, in linea con il quadro normativo delineato dal PNIRE e dal PNIEC. E’ prevista l’installazione di circa 40 infrastrutture di ricarica, per ricariche di auto, quadricicli e moto.

Come posso aderire al servizio? Si può aderire al servizio in tre modalità distinte: a) con APP Italy Easy4you, previa registrazione; b) attraverso il sito web www.mobilitaelettrica.cogeserenergia.it per procedere alla registrazione; c) con il QR code per le ricariche spot, senza registrazione.

Dove posso ricaricare il veicolo? Accedi alla nostra mappa sul sito www.mobilitaelettrica.cogeserenergia.it o via APP Italy Easy4you scaricabile da APP Store o da Google Play e verifica le posizioni delle colonnine di ricarica.

Posso ricaricare anche su infrastrutture di altri operatori? Grazie agli accordi di interoperabilità stipulati con altri operatori per il territorio italiano e accordi di roaming stipulati con piattaforme internazionali di operatori europei, è possibile ricaricare anche da colonnine di altri operatori.

Quanto tempo è necessario per ricaricare un veicolo? La durata della ricarica è in funzione della potenza di ricarica dell’infrastruttura e della capacità di ricarica del veicolo. A 22 kW una batteria di 20 kW si ricarica in circa un’ora. A 3 kW sono necessarie dalle 6 alle 8 ore per avere lo stesso risultato.

 

PROCESSO DI RICARICA

Per la ricarica con la Card Cogeser Energia occorre seguire la seguente procedura:

1. passare la Card di Cogeser Energia sul lettore della colonnina;

2. una volta ottenuta l’autorizzazione per lo sblocco della presa, inserire la spina nel connettore della colonnina; con la luce blu si avvia la ricarica;

3. per terminare, passa la Card sul lettore, estrai la spina dalla colonnina e poi dalla vettura.

Per la ricarica con la APP Italy easy4you occorre seguire la seguente procedura:

1. scarica l’APP da Google Play o da APP Store;

2. scegli Cogeser Energia e crea il tuo account;

3. inserisci il metodo di pagamento per caricare il tuo conto prepagato (carta di credito o Paypal);

4. seleziona la colonnina nella mappa e scegli la presa di ricarica;

5. avvia la ricarica e connetti il tuo veicolo;

6. per terminare la ricarica riapri l’APP e clicca “interrompi la ricarica”.

Per la ricarica con il QR Code occorre seguire la seguente procedura:

1. inquadra il QR code presente sulla colonnina utilizzando il tuo smartphone;

2. segui le istruzioni;

3. inserisci il metodo di pagamento che preferisci (carta di credito o Paypal);

4. avvia e interrompi la ricarica seguendo le istruzioni.

 

Cosa succede se lascio il veicolo collegato dopo aver completato la ricarica? Una volta ricaricato il veicolo dovrai liberare lo stallo per non incorrere in una sanzione amministrativa per divieto di sosta negli spazi riservati alla ricarica dei veicoli elettrici.

Chi posso contattare in caso di stallo occupato abusivamente? La sosta è regolata dalle autorità comunali competenti; in caso di stallo occupato abusivamente bisognerà contattare l’ufficio di Polizia Locale.

Ho già richiesto la Card, nell’attesa di riceverla posso ricaricare dall’APP? Sì, una volta finalizzata la richiesta e comunicate tutte le informazioni richieste, si può già ricaricare via APP Italy Easy4you.

Come posso avviare una ricarica dall’APP Italy Easy4you? Per avviare una ricarica bisogna selezionare sulla mappa la colonnina di ricarica, scegliere il connettore desiderato, cliccare il pulsante di avvio ricarica e attendere lo sblocco del connettore.

Posso utilizzare il servizio senza registrarmi? Si, utilizzando la modalità QR Code non c’è bisogno di registrarsi. Ti suggeriamo di registrarti al fine di poter disporre della tua pagina personale con la storia delle tue ricariche.

Perché le colonnine sulla APP sono di colore diverso? Le colonnine disponibili sono colorate di verde, quelle parzialmente occupate sono di colore blu e quelle temporaneamente non disponibili sono evidenziate in rosso.

Come posso localizzare e raggiungere una colonnina di ricarica? Bisogna selezionare sulla mappa, anche grazie alle possibilità offerte dai diversi filtri presenti per la ricerca, l’infrastruttura desiderata e, una volta aperta la schermata relativa alla colonnina, cliccare sul pulsante “vai”.

 

 

Tags: , , , , , ,

0 Commenti

Lascia un commento

Leggi Metropolis

Novembre 2019

Seguici: