martedì, Dicembre 10, 2019
Grande successo per il tradizionale spettacolo di beneficenza “Swing and Dance – Musica e Show” con la TnB Swing Band.

Tempo di Natale, tempo di beneficenza e come ogni anno i cittadini di Cusano Milanino rispondono con entusiasmo all’appello. Sabato sera 16 novembre presso il teatro Giovanni XXIII si è tenuto l’annuale concerto dedicato anche questo anno alla “Comunità alloggio Madonna dei Poveri” delle Piccole suore missionarie della carità di Don Orione di Viale Buffoli. La finalità del concerto era  favorire l’acquisto di un nuovo “pulmino” essendo il vecchio ormai fuori uso. La Comunità si occupa di minori in difficoltà e delle relative mamme. Entusiasmo tra i tanti spettatori che hanno esaurito il teatro per lo spettacolo “SWING AND DANCE MUSICA E SHOW con l’esibizione della TnB Swing Band e la partecipazione dei ballerini della associazione “Nonsolocharleston” che si occupa di danza e cultura swing per la diffusione delle danze del secolo scorso. La loro performance è stata una  apprezzatissima ventata di allegria e freschezza.

Il tono della serata è scanzonato, ed è un particolare che ha fatto la differenza, la TnB Swing Band si è distinta per l’ironia del particolare. L’atmosfera ricordava una allegra festa in una bella corte di paese dove ognuno offre un contributo per la buona riuscita della serata: il sax tenore Luigi Galli che, per giocare col suo nome, si è portato un bel gallo di metallo dipinto, il bravissimo trombone Roberto Clerici si è distinto per essere il “pierino” della compagnia e poi tutti gli altri e tutti egualmente bravi:  Tromba Luca Monti, Sax contralto Francesco Monti, Clarinetto e GPS Paolo Colombo, Chitarra e Banjo Fabio Selvini, Contrabbasso Jonni Lazzarin, Batteria Davide Rancati.

Voce, megafono e GPS Marina Marinaro. Protagonista indiscussa della serata, Marina Marinaro che, oltre ad offrirci la sua fantastica voce, ha tenuto a bada, come fanno solitamente le sorelle maggiori in una famiglia numerosa, i suoi otto fratelli maschi indisciplinati che, si sa, vanno sempre redarguiti.

Una sottile astuzia innovativa della bravissima Marina: presentare i componenti della band e contemporaneamente bloccare l’applauso con la sua personalissima gestualità che ogni volta ti faceva partire uno scoppio di risa.  Questi ed altri sono i particolari che hanno contribuito a far diventare la serata unica nel suo genere. Applausi a scena aperta. L’importo raccolto alla fine della serata è stato di euro 4.050 con i ringraziamenti delle Piccole suore missionarie di Don Orione.

Tags: , ,

0 Commenti

Lascia un commento

Leggi Metropolis

Novembre 2019

Seguici: