martedì, Ottobre 15, 2019
Alla scoperta dei Gruppi di Cammino
I gruppi di cammino rappresentano un’importante opportunità di salute e di socializzazione proposta. All’interno della promozione di stili di vita salutari, il camminare rappresenta  oggi uno strumento di benessere utile a fini preventivi e ricreativi. Grazie alle sue caratteristiche  di spontaneità, semplicità, adattabilità ed economicità risulta infatti una forma di esercizio  fruibile dalla maggior parte delle persone. Costituisce, inoltre, un elemento di punta nella lotta  alla sedentarietà utilizzabile anche da parte dei medici di medicina generale. Rappresenta un’ottima occasione di sviluppo sociale. Ne abbiamo parlato con la colognese Giuliana Pietropaolo.
Perché è importante camminare? 
“Camminare rappresenta il modo più semplice ed economico per contrastare le malattie  comunemente causate da stili di vita non corretti. E’ dimostrato che sono sufficienti 30 minuti  di cammino regolare al giorno per stare meglio e vivere più a lungo”.
Che cos’è un Gruppo di cammino (GdC)? 
“Un GdC è attività motoria spontanea svolta in modo collettivo all’interno del contesto locale di  appartenenza. Camminare è una forma di esercizio fisico vantaggiosa per tutte le età, in grado  di migliorare la qualità della vita senza costi economici. Prendere parte a un GdC aiuta a vivere in modo più sano e a creare nuove amicizie”.
Come funziona un gruppo di cammino? 
“Un GdC decide il proprio percorso in base alle preferenze dei partecipanti scegliendo la base di  partenza, la cadenza settimanale e l’orario degli incontri. Nel fare questo tiene conto della  sicurezza dell’itinerario e della stagione. Durante il cammino ogni persona stabilisce  liberamente in base alle proprie attitudini la lunghezza del proprio tragitto e la velocità di percorrenza.  I giorni e orari delle USCITE sono comunicati da me sul gruppo con un evento .per favorire la diffusione.
Perché ha fatto nascere questo gruppo di cammino? 
Il GdC è nato dall’iniziativa spontanea mia e di mia figlia per condividere con altre persone e per passare dall’on-line dei social all’off-line della vita concreta. Questo è il mio motto nel gruppo “I legami umani sono stati sostituiti dalle  ‘connessioni’.  Mentre i legami richiedono impegno, ‘connettere’ e ‘disconnettere’ e’ un gioco da bambini. Su Facebook si possono avere centinaia di amici muovendo un dito. Farsi degli amici offline é più complicato. Ció che si guadagna in quantità si perde in qualità. Ció che si guadagna in facilità (scambiata per libertà) si perde in sicurezza”. Noi con il nostro progetto portiamo i legami virtuali, nel reale.
Tags: , ,

0 Commenti

Lascia un commento

Leggi Metropolis

Settembre 2019

Seguici: