mercoledì, Maggio 18, 2022

Proseguiamo la carellata sui nuovi Assessori con Giuseppe Salvatore Bellantoni, che si occupa di Sicurezza, Polizia Locale, Legalità, Commercio e Attività Produttive, Rapporti con le Associazioni.

Le chiederei di presentarsi e di raccontarci qualcosa sulle sue esperienze lavorative passate…
“Per 35 anni sono stato Responsabile delle Risorse Umane di una multinazionale. La mia esperienza è basata principalmente su questa posizione ma è anche arricchita da una esperienza di 25 anni nell’ambito dell’associazionismo. Ho sviluppato progetti riguardanti la scuola, la cultura, lo sport, il commercio e l’informazione. Ho fondato e gestito un centro culturale che coinvolgeva 120 persone ed ho diretto un piccolo villaggio sportivo ospitando oltre 300 ragazzi. Oltre a questo, sempre a livello associativo, mi sono occupato di commercio e sono stato Presidente ASCO”.

Da che cosa nasce il suo impegno in prima persona della squadra del Sindaco Carrer?
“Sono entrato in Forza Italia nel 1994 ricoprendo il ruolo di consigliere comunale, ma mi sono dimesso un anno e mezzo dopo. Da quel momento sono sempre stato coinvolto in politica, ma sempre in modo un po’ distaccato. Poi, casualmente, qualche anno fa, sono stato chiamato ad occuparmi di un gruppo di Forza Italia di Pioltello Dopo la vittoria mi è stato chiesto di occuparmi di questo assessorato, ma in realtà il mio desiderio era esclusivamente quello di contribuire all’organizzazione della campagna elettorale poiché avevo già un’attività avviata (di consulenze su tematiche legate al lavoro) che ho dovuto completamente lasciare. Sono stato spinto ad accettare e, una volta in gioco, ho dovuto giocare. Il mio Assessorato è molto ricco ma, una volta entrato, mi ci sono dedicato a capofitto dando ampia disponibilità (sono in comune mattina e pomeriggio)”.

Quali sono i progetti e le priorità riguardanti le sue competenze?
“La prima tematica è quella della Sicurezza. Pioltello è molto complessa un po’ perché abbiamo quasi 100 etnie ed un po’ a causa di scelte urbanistiche infelici del passato che hanno creato quartieri di casermoni e agglomerati di case che non hanno fatto altro che costruire un ambiente difficile da gestire. Abbiamo ampliato le forze di presidio del corpo dei vigili con pattuglie stanziate 24 ore su 24 sul territorio di Rodano e Pioltello. Facciamo anche grosso affidamento sul nostro corpo di vigilanza urbana che è uno dei più attrezzati con una caserma molto funzionale. Poi il discorso della formazione e della sensibilizzazione nelle scuole. Abbiamo adottato il vigile di quartiere per le zone di Pioltello vecchia e Limito mentre nei settori ‘più caldi’ abbiamo preferito inserire dei presidi specifici come l’ufficio mobile. Un altro dei nostri obiettivi, previsto anche dalla Legge Regionale, è la convenzione fra comuni limitrofi affinché la Polizia Locale abbia un unico presidio. Essa è stata firmata fra Pioltello e Rodano giusto negli ultimi giorni. Ora intendiamo estenderla ad altri comuni come Segrate. Grazie alla convenzione con 3M Italia, abbiamo installato nuove telecamere della Polizia che vanno a monitorare anche gran parte del Parco della Besozza e del quartiere Malaspina”.

Vuole dire qualcosa ai cittadini?
“Voglio dire loro che abbiamo una grossa consapevolezza del territorio e dei grandi problemi che vi sono e per questo siamo ben pronti e volenterosi ad utilizzare tutti gli strumenti atti a trovarvi una soluzione. Vorrei che i Pioltellesi fossero consapevoli del fatto che ci si sta occupando di questi problemi con molta serietà e concretezza”.

Tags: , ,

0 Commenti

Lascia un commento

Leggi Metropolis

Maggio 2022

Seguici:

INSTAGRAM