domenica, Settembre 22, 2019

Dopo lunghi anni di stallo finalmente l’Amministrazione comunale ha trovato il percorso giusto e responsabile per risolvere le criticità del quartiere Segrate Village, un progetto edilizio la cui convenzione risale al 2007. L’iter prevede una variante al Piano integrato di intervento con procedura semplificata che andrà con tempistiche ristrette al vaglio del Consiglio Comunale.

“Tutte le opere pubbliche connesse alla costruzione dei condomini saranno sistemate con costi a carico dell’operatore privato – spiega l’assessore al Territorio Roberto De Lotto -. Sto parlando della realizzazione del parco attrezzato, della costruzione dell’asilo, della sistemazione dei servizi fondamentali per la stazione, della dotazione di parcheggi, dell’area cani e della riqualificazione della roggia. Se non ci saranno nuovi intoppi già entro luglio l’operatore potrebbe iniziare i lavori di sistemazione delle aree esterne”.

“Stiamo lavorando dal primo giorno di mandato per risolvere le innumerevoli situazioni critiche legate a cantieri e progetti residenziali iniziati e mai conclusi, cercando un nuovo equilibrio tra operatori privati e soggetto pubblico – prosegue il sindaco Paolo Micheli -. Così come accaduto per il PII “Milano 4 you”, anche il tempo dedicato a risolvere i principali problemi del quartiere Segrate Village sarà stato ben speso per cercare soluzioni a favore dei residenti e della cittadinanza, adeguati ai cambiamenti che il contesto economico ed edilizio attuale presentano”.

 

Tags: , ,

0 Commenti

Lascia un commento

Leggi Metropolis

Luglio 2019

Seguici: