martedì, Luglio 7, 2020

945 kg di pattumiera cibernetica permetteno ai ragazzi delle scuole di Cormano di vincere un premio

I rifiuti elettronici fanno purtroppo parte della vita del nostro pianeta. Delle apparecchiature elettriche ed elettroniche non possiamo più farne a meno: cellulare, pc, stampante, ma anche lavatrice, frigorifero, lavastoviglie… Oggetti utili ma da usare con attenzione a causa degli effetti sulla nostra salute. Oggetti che quando non servono più dobbiamo “gestire e smaltire” con attenzione perché rappresentano contemporaneamente una grande opportunità di recupero di materiali anche pregiati ma anche un rischio, se mal gestiti, per l’ambiente e la salute. Nasce da qui il Progetto RAEE (Rifiuti Apparecchiature Elettriche Elettroniche) per ampliare le conoscenze dei cittadini, a partire dalle ragazze delle nostre Scuole. Legambiente Cormano ha proposto così un percorso didattico alla Scuola Media A. Manzoni. Dopo alcuni incontri informativi, ai ragazzi è stato affidato il compito di intervistare i loro genitori (con un questionario progetto raeepreparato da ECODOM) per verificare le loro conoscenze sui RAEE e poi andare “a caccia” dei RAEE nelle loro abitazioni. Due le raccolte che hanno permesso di recuperare rispettivamente 180 kg e 765 kg di RAEE per un totale complessivo di 945kg, grazie anche all’aiuto della Protezione Civile. Ad attendere i ragazzi in entrambi i casi c’era un container molto speciale, presidiato da personale AMSA e ECODOM.

ECODOM ha regalato un viaggio (venerdì 21 aprile) ai Ragazzi delle cinque terze, un centinaio, e ai loro Insegnanti: saranno ospiti della Seval di Colico, un’Azienda che tratta e recupera rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche; avranno la possibilità di verificare.

 

Tags: , , , , ,

0 Commenti

Lascia un commento

Leggi Metropolis

Giugno 2020

Seguici: