domenica, Ottobre 25, 2020

L’obiettivo del sondaggio, effettuato con cadenza annuale, è stato quello di verificare il livello di soddisfazione, sia nel complesso che nel dettaglio, per la pulizia delle strade, la raccolta dei rifiuti, la vuotatura dei cestini, le aree di mercato e i canali di contatto. Si sono voluti misurare inoltre gli scostamenti delle valutazioni dei cittadini rispetto alle indagini precedenti e identificare gli aspetti a maggiore impatto sulla soddisfazione, i punti di forza e eventuali aree di intervento. Oltre a Segrate sono stati coinvolti altri nove comuni vicini dove AMSA ha in appalto la raccolta dei rifiuti e i servizi di pulizia: Basiglio, Bresso, Buccinasco, Cormano, Novate, Pero, San Donato, Settimo, Trezzano. Sono state effettuate 1.240 interviste telefoniche ed è stato somministrato un questionario strutturato della durata media di 17 minuti. Il target individuato è stato un campione rappresentativo, stratificato per comune, età, sesso, titolo di studio, di cittadini maggiorenni residenti nei comuni interessati dal sondaggio. A Segrate in particolare sono stati intervistati uomini e donne in proporzione uguale, nella maggioranza tra i 35 e i 54 anni, e per il 53% in possesso di un diploma di scuola superiore. Per misurare il livello di soddisfazione è stata usata una scala con punteggio da 1 a 10, considerando “insoddisfatto o poco soddisfatto” chi si è espresso con una valutazione tra 1 e 6, “neutrale” tra il 7 e l’8, “soddisfatto” tra il 9 e il 10. Degli intervistati, l’84% ha dichiarato di abitare in un condominio, mentre il restante 16% in una casa indipendente. Nel 2015 è cresciuta la percentuale di soddisfazione rispetto alle aspettative, toccando l’82%. Invece corrisponde all’85% la percentuale di segratesi che hanno dato un voto dal 7 al 10 al modo con cui Amsa pulisce la città. In generale è risultato che AMSA offre un servizio efficace e che la città è pulita; le aree di miglioramento sono identificate nella pulizia di strade e marciapiedi.  Per quanto riguarda la raccolta dei rifiuti, il 92% si è rivelato tra abbastanza e completamente soddisfatto. Il 15% la ritiene migliorata rispetto al trend 2013-2014. In crescita la soddisfazione per la chiarezza delle modalità della raccolta. Il 94% degli intervistati l’ha ritenuta tra abbastanza chiara (con voti tra il 7 e l’8) e molto chiara (con voti tra il 9 e il 10). Organizzazione della raccolta, frequenza, orari di esposizione dei rifiuti, informazioni sul servizio, orari di raccolta, pulizia degli spazi dopo la raccolta hanno ottenuto un voto tra il 7 e mezzo e l’8. A intralci e disagi provocati dai mezzi durante la raccolta è stato dato sette, 6,6 alla rumorosità. La raccolta dell’umido è stata giudicata molto efficiente dal 55% degli intervistati. La percentuale di chi ha dato voti compresi tra 7 e 10 ha raggiunto il 93%. Il servizio si colloca sopra la soglia di eccellenza per organizzazione e per come è strutturato. Tra le aree di miglioramento segnalate la rumorosità, con un punteggio di 6,6, e l’intralcio/disagio dei mezzi che lo effettuano che ha avuto un 7. Sette il punteggio medio assegnato alla pulizia di strade e marciapiedi, limitatamente a organizzazione, orari, livello, alla frequenza e modalità del servizio. Il 63% si è espresso con voti tra il 7 e il 10. Il 15% ha ritenuto il servizio migliorato. In generale la percentuale di chi lo ha giudicato non cambiato o anzi migliorato è stata dell’88%. Sei e mezzo per la pulizia dei marciapiedi e l’informazione data ai cittadini su giorni e orari del servizio, aree di miglioramento. Per quanto riguarda la pulizia e la gestione dei cestini stradali, il 63% ha espresso un voto da 8 a 10. Estetica dei contenitori, capienza, frequenza degli svuotamenti, numero e dislocazione, condizioni igieniche hanno ottenuto una valutazione sopra il 6 e mezzo, mentre non è stata considerata sufficiente la presenza di posacenere nei cestoni di raccolta. Il grado di soddisfazione per la pulizia delle aree di mercato, in termini di modalità, livello e tempestività sfiora la soglia dell’eccellenza. Criticità indipendente da AMSA è stata la segnalazione delle condizioni di pulizia e ordine delle stesse lasciate dagli ambulanti. L’87% degli intervistati ha dichiarato di essere a conoscenza del servizio di rimozione dei rifiuti ingombranti a domicilio e il 79% di averlo utilizzato almeno una volta. “Siamo abbastanza soddisfatti anche noi come amministrazione – commenta l’assessore all’Ambiente Santina Bosco –, anche se siamo perfettamente consapevoli che ci sono diverse situazioni da migliorare, soprattutto riguardo la pulizia delle strade e dei marciapiedi. L’obiettivo che ci siamo posti e che abbiamo annunciato nel programma elettorale è entrare a far parte dei Comuni Ricicloni, cioè quelli che riciclano di più e sperperano meno energia. Per raggiungerlo sappiamo di dover impostare un percorso a tappe che richiede il coinvolgimento e la collaborazione crescenti di tutti. Insieme ci dovremo impegnare per portare la raccolta differenziata al 70%, ma anche per tenere più pulita Segrate”.

 

Tags: , , ,

0 Commenti

Lascia un commento

Leggi Metropolis

Ottobre 2020

Seguici: