domenica, 23 Febbraio, 2020

Finanziato da Regione Lombardia il progetto “Un corpo che conta: Educare al maschile e al femminile per prevenire bullismo e violenza domestica“, presentato dal Comune di Cormano, vede la collaborazione di numerosi partner quali l’I.C. A. Manzoni, l’I.C. XXV Aprile, l’Associazione CreAzione Donne, l’Ass. Mondi in Famiglia, l’Ass. Mittatron, il Centro Sportivo Italiano- Comitato di Milano e l’Associazione R.Ap. L’obiettivo principale dell’iniziativa è quello di raggiungere la maggior parte degli insegnanti delle scuole dell’infanzia, primarie e secondarie e dei genitori degli alunni per sensibilizzarli sui pericoli derivanti dalla trasmissione di pregiudizi e stereotipi legati al maschile e al femminile. Il progetto prevede una serie di interventi formativi e informativi per gli insegnati delle scuole di Cormano, oltre all’organizzazione di laboratori e di attività sportive condivise per gli alunni. Si stanno tenendo nelle scuole incontri con psicologi e formatori, conferenze per la cittadinanza, principalmente a famiglie con figli in età 0/14, in particolare con spunti di riflessione sui libri di lettura destinati alla prima infanzia e a ragazzi, laboratori sportivi e laboratori di Ciclo-officina.

Tags:

0 Commenti

Lascia un commento

Leggi Metropolis

Febbraio 2020

Seguici: