martedì, Ottobre 15, 2019
Mobilità elettrica e sharing: solo a Milano mille imprese (la metà di quelle lombarde)

Le imprese della mobilità sostenibile. Cambia la mobilità e diventa sempre più elettrica e sharing. Nei settori coinvolti, tra fabbricazione di batterie, apparecchiature elettriche per autoveicoli, impianti elettrici per alimentare auto, noleggio di autoveicoli leggeri e di bici, ci sono 775 imprese a Milano su 2 mila in Lombardia e 15 mila in Italia. Cresce il settore a Milano, in regione e in Italia, +1%. Sono 16 mila gli addetti milanesi su un totale regionale di 32 mila e nazionale di 87 mila. Concentrato su Milano il fatturato di 2,6 miliardi su 6 miliardi lombardi rispetto ai 20 miliardi nazionali. Prima Roma con mille imprese (+3% in un anno), seguita da Milano con 775 (+1%), Napoli con 726 (+4%), Torino con 517. Poi ci sono Bari (446), Catania (374, +7%), Salerno (335, +4%), Brescia (332). Emerge da un’elaborazione della Camera di Commercio di Milano Monza Brianza Lodi sui dati del Registro delle imprese al secondo trimestre 2019. Ha dichiarato Marco Accornero, membro di giunta della Camera di Commercio di Milano Monza Brianza Lodi: “L’obiettivo della sostenibilità attraversa in modo trasversale tutte le azioni della Camera di commercio, dai bandi di contributo per imprese che investono nella tutela dell’ambiente all’azione di sensibilizzazione che ci vede in prima linea nel promuovere una cultura della sostenibilità. E ancora una volta è Milano a guidare questa innovazione con le sue mille imprese e un giro di oltre due miliardi di euro. Numeri non solo strettamente legati all’elettrico, ma anche allo sharing, che con suoi parchi auto sempre più elettrici promuove questo cambiamento sia da un punto di vista culturale che di incentivo a investimenti strutturali”.

“Promuovere la cultura dell’elettrico e della mobilità elettrica è investire su nuove professionalità” ha dichiarato Massimo Ferlini presidente di Formaper, Azienda speciale della Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi. “Per questo siamo impegnati a contribuire attivamente allo sviluppo di competenze sempre allineate con le nuove sfide, è al fianco degli operatori del settore con attività di approfondimento, supporto e formazione di figure professionali che saranno sempre più chiamate a reinventarsi, adeguando le proprie abilità alle innovazioni in atto: meccanici che diventeranno meccatronici. Da qui il titolo del convegno che si propone come momento di condivisione e scambio di preziose informazioni e strategie”.

Le imprese della meccatronica – Parliamo di quasi 77mila imprese in Italia che si devono allineare alle nuove tecnologie, oltre 11mila in Lombardia e 3mila nella sola Milano, per un numero di addetti che in tutto il Paese supera quota 200mila unità (35mila addetti in Lombardia, 10mila a Milano, oltre 2.700 a Monza Brianza, quasi mille a Lodi). L’uso sempre più frequente di veicoli elettrici porterà alla nascita di nuove imprese e figure professionali specifiche che necessitano di un’adeguata formazione: risulta sempre più urgente, dunque, informare gli addetti del settore sull’orientamento verso la transizione da una mobilità endotermica a una mobilità elettrica con riferimento alla regolamentazione regionale dello standard professionale e formativo del tecnico meccatronico delle autoriparazioni, sull’opportunità di una specializzazione formativa per le imprese e tecnici già operanti e sull’autoimprenditorialità.

Rilevazione dei prezzi delle colonnine – Sul fronte elettrico inoltre la Camera di Commercio, attraverso il proprio Ufficio Prezzi, rileva nei listini i prezzi dei dispositivi di ricarica dei veicoli elettrici. Le colonnine di ricarica elettrica o stazioni di ricarica sono così monitorate al fine di poter analizzare l’andamento del settore. “Prezzi indicativi dei materiali per impianti elettrici e speciali”, è il listino di riferimento nel settore degli impianti elettrici sulla piazza di Milano: la Camera di commercio ha costituito un tavolo tecnico ad hoc con le associazioni di categoria degli operatori di filiera (produttori, grossisti-istallatori, acquirenti). La rilevazione avviene dal 2017 per IE3601 Stazione di ricarica a parete, IE3602 Stazione di ricarica a colonna. Per tali aggiornamenti sono state contattate le maggiori imprese produttrici del settore individuate all’interno del tavolo tecnico.

 

Tags: , , , ,

0 Commenti

Lascia un commento

Leggi Metropolis

Settembre 2019

Seguici: