domenica, Settembre 22, 2019

Ha il tono e lo stile di una lettera aperta e indirizzata ai candidati sindaco di Cologno Monzese quella scritta dal Forum Ambiente Area Metropolitana – Parco Est delle Cave che chiede questo:

Carissimi,

come già sapete Il PARCO EST DELLE CAVE è una porzione di territorio compresa tra i Comuni di Brugherio, Carugate, Cernusco sul Naviglio, Cologno Monzese e Vimodrone che include, tra le altre aree, Parco Increa, Parco degli Aironi e Cava del Gaggiolo. Progetto nato alla fine degli anni ’80 è stato riconosciuto dalla Provincia di Milano nel 2009 come Parco Locale di Interesse Sovracomunale (PLIS), con capofila il Comune di Cernusco s/N.
Da anni il progetto si muove lentamente, rallentando ogni possibile sviluppo in senso ecologico da un lato e lasciando campo libero a progetti di insediamento ed espansione di grandi attività commerciali e infrastrutture dall’altro.
Nella consapevolezza che le amministrazioni locali, strozzate dalla drastica riduzione di risorse da parte del Governo centrale, sono tentate dal vendere (e spesso svendere) pezzi di territorio per monetizzare anche tramite le opere di compensazione, il FORUM AMBIENTE AREA METROPOLITANA PARCO EST DELLE CAVE propone di invertire la rotta.

Il PARCO infatti, per il nostro territorio, rappresenta un’enorme RISORSA:
– AMBIENTALE: in un territorio ad altissima densità di cementificazione e traffico stradale è uno dei pochi polmoni verdi;
– NATURALISTICA: dopo decenni di sfruttamento del terreno occorre restituire un luogo a flora e fauna autoctone, anche attraverso progetti di educazione ambientale in coordinamento con gli istituti scolastici, in modo da restituire un ambiente più vivibile alle generazioni che seguiranno;
– ECOLOGICA: la creazione di una rete di piste ciclopedonali fornirebbe una valida alternativa al trasporto su gomma per molti lavoratori e studenti, sicura e veloce;
– AGRICOLA: oltre alle attività produttive già operanti rappresenta in prospettiva il luogo ideale per ulteriori progetti di agricoltura biologica, orti in città e progetti simili;
– CULTURALE: alcune porzioni di Parco possono essere attrezzate per ospitare eventi culturali a carattere ecologico, quali, ad esempio, installazioni artistiche, reading, spettacoli teatrali, cineforum, concerti e feste;
– AGGREGATIVA: sia attraverso lo sviluppo delle attività culturali sopra accennate, sia creando luoghi di accoglienza per famiglie e cittadini dove trascorrere serenamente il tempo libero, godendo di un luogo libero dalla frenesia quotidiana;
– SPORTIVA: dando spazio alle attività compatibili con il luogo, come ad esempio quelle ginniche, atletiche, ciclistiche;
– ECONOMICA: lo sviluppo dei progetti sin qui descritti darebbe l’opportunità di creare concretamente posti di lavoro, oltre ad una serie di attività accessorie eco-compatibili;

Per questi motivi Vi chiediamo di includere nel Vostro programma elettorale la questione del Parco Est delle Cave, con particolare accento sul funzionamento effettivo  del Forum di Consultazione del Parco quale strumento attraverso il quale attuare la partecipazione sociale per l’individuazione delle politiche ambientali necessarie per il rilancio   e per il consolidamento definitivo dei confini del Parco, in modo da mettere al riparo il PLIS da qualsiasi progetto di sfruttamento a scopo industriale e commerciale.

Certi della Vostra cortese collaborazione rimaniamo a disposizione per eventuali incontri sul tema.”

Per info e contatti: mail  forum.difesambiente@gmail.com

 

Tags: , ,

0 Commenti

Lascia un commento

Leggi Metropolis

Luglio 2019

Seguici: