mercoledì, Maggio 18, 2022

La realizzazione della Teem in Martesana ha destato anche profondi dissensi nei Comuni interessati. Tale disagio  è stato ridimensionato solo dalla promessa delle compensazioni grazie alle quali è già stato possibile realizzare alcune o- pere pubbliche indispensabili, altrimenti impossibili da ipotizzare per le finanze di un singolo ente locale. Purtroppo non sempre le cose sono andate così e, a volte, le  compensazioni sono state ridimensionate nel tempo. E’ il caso del progetto legato alla pista ciclabile di collegamento fra Gorgonzola e Melzo. Infatti mentre l’ipotesi iniziale d’investimento si aggirava intorno ai 3 milioni, il progetto, rivisto tecnicamente, ha visto un netto ridimensionamento (fino ad un milione e mezzo) e un taglio del progetto stesso che, inizialmente, prevedeva anche un sottopasso sulla Strada Padana.
Dopo le dichiarazioni rilasciate alla stampa nelle scorse settimane dal Sindaco di Gorgonzola, Stucchi, che ha dichiarato di voler andare a fondo sulla questione e ha chiesto una rivisitazione del progetto, abbiamo intervistato “due diretti interessati” della politica melzese. In primis, Vittorio Perego, oggi all’opposizione, ma ai tempi della presentazione del progetto, Sindaco di Melzo. Chiaro il suo disappunto: “La pista ciclopedonale di collegamento Melzo-Gorgonzola era prevista nelle compensazioni Teem. Questo nell’accordo di  programma e nell’accordo sottoscritto con il comune di Melzo nel 2011. La cosa grave è che, ad oggi, la pista ciclopedonale non è stata ancora realizzata, nonostante si tratti di risorse tutte destinate al comune di Melzo e che quest’ultimo aveva messo a disposizione del comune di Gorgonzola per realizzare la pista che si sviluppa sul suolo di Gorgonzola.  A gennaio avevamo portato in Consiglio Comunale una mozione per sbloccare la questione, ma il Sindaco Bruschi aveva assicurato che tutto era a posto. Ad oggi, però, non abbiamo visto nessun progetto e tanto meno nessuna pista”.
Dal punto di vista dell’Amministrazione Comunale, parla l’Assessore alla Viabilità, Rocco Martelli: “Non dipende da noi. Come Amministrazione non possiamo che monitorare e controllare. Siamo i primi a volere la realizzazione della pista ciclabile e l’attenzione persiste: io stesso, durante l’ultima riunione, ho chiesto che venisse implementata l’illuminazione serale dell’intera pista. Quando sono subentrato io, c’era già stata una riunione tra Melzo, Gorgonzola e Teem. Già in quella occasione,  la Teem aveva commentato che non c’erano abbastanza risorse economiche per realizzare sia il sottopasso che la pista ciclopedonale tra Melzo e Gorgonzola. Con i soldi stanziati si era visto che si poteva realizzare solo il sottopasso, ma rimaneva un’opera fine a se stessa. Invece si è deciso di destinare quei soldi alla pista ciclabile perché in quella strada ci sono stati diversi morti. Il progetto lo fa direttamente il consorzio Teem e, al momento, stanno effettuando il progetto definitivo esecutivo. Visto che il progetto non è mio né della nostra Amministrazione, ma della Teem, non posso dire i tempi previsti ma dovrebbe essere ultimato per la prossima primavera. Ovviamente, non ne ho la certezza”.
L’Assessore coglie l’occasione per fare anche il punto della situazione sui nuovi progetti legati al suo Assessorato: “Come Amministrazione abbiamo sollecitato Città Metropolitana, competente in materia di cartellonistica per migliorarla sulle nuove Provinciali  dopo molte, moltissime segnalazioni. Infatti è stata allestita una segnaletica lacunosa e  Melzo è proprio scomparsa per lunghi tratti. Nel frattempo sono iniziati i lavori per la Cascina Triulza e, ad inizio agosto, abbiamo pubblicato il bando per la ristrutturazione dell’asilo Umberto I. Poi stiamo preparando il bando di gara per la scuola primaria di viale Gavazzi che dovrebbe partire ad inizio ottobre. Inoltre i giorni scorsi sono stati assegnati i lavori per l’ampliamento dell’ospedale Santa Maria delle Stelle”.

Tags: , , , , , , , ,

0 Commenti

Lascia un commento

Leggi Metropolis

Maggio 2022

Seguici:

INSTAGRAM