martedì, Gennaio 18, 2022

In occasione di Expo 2015, Rho ospiterà in anteprima nazionale il tour italiano dell’Orchestra dei 100, che si svolgerà sabato 6 giugno 2015 alle ore 19.30 presso la Chiesa di Santa Croce, a Mazzo di Rho con entrata gratuita. L’Associazione Gaia Eventi e la Famiglia dei Marchesi Dal Pozzo D’Annone, con il patrocino dei Comuni di Bled (Slovenia), Vracar della città di Belgrado (SRB), presentano a Rho il Concerto dell’Orchestra Internazionale Giovanile Orchestra dei 100 ragazzi.

Rho riceverà il testimone dalle grandi capitali europee, che l’hanno preceduta come Belgrado e Lubiana. La location è stata selezionata, per la sua immediata vicinanza alla sede di Expo 2015, in modo da favorire la partecipazione al concerto dei visitatori della manifestazione. Il pubblico sarà accolto sia all’interno della Chiesa, che all’interno del teatro adiacente l’entrata della Chiesa, dove saranno allestiti i maxi schermi e impianto audio. In caso di un afflusso superiore alla capienza dei siti, sarà utilizzato il piazzale antistante la Chiesa.

Ospiti d’onore della serata saranno le rappresentanze ufficiali delle città di provenienza delle compagini orchestrali, le rappresentanze consolari delle Nazioni partecipanti al progetto e gli sponsor della serata. Si esibirà con l’orchestra l’artista di fama internazionale Milan Rericha, primo clarinetto della filarmonica di Praga.

Il concerto avrà la durata di 120 minuti, con una pausa di 15 minuti tra primo e secondo tempo. Il programma del concerto contempla sia brani di musica classica composti tra il 1700 e i primi del 1900, sia brani di musica contemporanea .

L’Orchestra dei 100 è formata appunto da 100 giovani musicisti di età compresa tra 13 e 21 anni, provenienti da Italia, Slovenia, Serbia, Macedonia e Repubblica Ceca, ed è il risultato di un progetto nato 5 anni fa per volontà di Rita D’Arenzo, presidente dell’Associazione no profit Gaia Eventi di Milano.

E’ un progetto internazionale, che riunisce giovani studenti di musica differenti per età, lingua, tradizioni e livello di preparazione in un orchestra unica nel suo genere, il cui principale obbiettivo è quello di promuovere la conoscenza, il dialogo e lo scambio tra le diverse culture, attraverso il linguaggio universale della musica, da sempre uno dei valori primari dell’esistenza umana. Il concerto è frutto di un intenso lavoro di coordinamento tra le diverse nazioni. Docenti, volontari e musicisti dotati di grande sensibilità e conoscenza lavorano per la valorizzazione delle diverse culture e dei rispettivi patrimoni storico-artistici.

Il progetto è sostenuto dal FAI – Fondo Ambiente Italiano – Delegazione di Milano, impegnato da oltre 40 anni a dar voce e vita al grande patrimonio artistico italiano.

L’Orchestra dei 100 diffondono cosi la salvaguardia di un patrimonio ancora più grande: i ”Giovani” vera speranza per un Europa unita senza più barriere. Oggi più che mai, a 100 anni dall’inizio della grande guerra, è necessario riflettere sui massacri di quel conflitto mondiale e impegnarsi affinché non si ripetano mai più. “Costruire un futuro di pace , libertà e democrazia, nel segno della conoscenza, del dialogo, della solidarietà e del rispetto dei diritti umani ” con queste parole il direttore dell’Istituto Italiano di Cultura in Belgrado e coordinatore d’Area per la regione dei Balcani occidentali e danubiana Sira Miori ha dato il via ad una virtuale staffetta iniziata lo scorso agosto a Belgrado nello splendido auditorium Kolarac e a Novi Sad presso la monumentale Sinagoga, a novembre in Slovenia alla filarmonica di Lubiana e poi nella splendida cornice del lago di Bled, per arrivare quest’anno nella specialissima Rho. Questi giovani provenienti da paesi che 100 anni fa si fronteggiavano in armi, oggi diventano ambasciatori di pace e di cultura europea.

Dopo Rho, al termine di una settimana di seminari e scambi culturali transnazionali, l’orchestra si esibirà nuovamente il 29 agosto al Teatro Grande di Brescia e il 30 al castello di Sirmione.

L’Assessore alla Cultura del Comune di Rho Giuseppe Scarfone, dichiara: “Siamo onorati e orgogliosi, che sia stata scelta Rho come location per l’anteprima nazionale del tour italiano dell’Orchestra dei 100 ragazzi. Il concerto per l’Europa di domani è di altissimo livello artistico ed etico. Le finalità del progetto condotto da Rita D’Arenzo, presidente dell’Associazione Gaia Eventi, sono la libertà, la solidarietà, la conoscenza reciproca per il raggiungimento della pace e del rispetto dei diritti di tutti. L’Orchestra dimostra che sono obiettivi raggiungibili e reali. A nome dell’Amministrazione Comunale ringrazio la Signora Rita D’Arenzo, la Famiglia dei Marchesi Dal Pozzo D’Annone, tutti i sostenitori del progetto e coloro che si stanno occupando dell’organizzazione del Concerto. Un particolare ringraziamento alla Signora Angela Banderali, che si è fatta promotrice dell’evento per la città di Rho.”

Tags: , ,

0 Commenti

Lascia un commento

Leggi Metropolis

Dicembre 2021

Seguici:

INSTAGRAM