domenica, 23 Febbraio, 2020

Uno strumento di collaborazione attiva sulla base del riconoscimento della funzione sociale ed educativa degli Oratori e delle Parrocchie

Comune e parrocci del territorio firmano un protocollo di intesa per il riconoscimento della funzione sociale ed educativa degli Oratori e delle Parrocchie.
Uno strumento di collaborazione attiva con il quale il Comune riconosce, sulla base dei principi ispiratori che fanno riferimento alla sussidiarietà, alla cooperazione, alla partecipazione e al concorso per la costituzione di un sistema integrato a favore dell’area giovanile, la funzione educativa e sociale svolta dalle Parrocchie cittadine mediante l’oratorio, che, in stretto rapporto con le famiglie, costituisce uno dei soggetti sociali ed educativi della comunità locale per la promozione, l’accompagnamento ed il supporto alla crescita armonica dei minori, adolescenti e giovani, che vi accedono spontaneamente.
Il Comune, condividendo i principi che ispirano l’attività oratoriana in quanto tale, si impegna a valutare tutte le azioni di rilevanza sociale ed educativa proposte dalle Parrocchie. I criteri che orienteranno gli interventi oggetto del protocollo saranno in particolare: il perseguimento dell’interesse generale e garanzia della piena accessibilità a tutti i destinatari delle progettualità proposte; la promozione di forme attive di partecipazione con particolare riguardo ai giovani; la garanzia di coinvolgimento e attenzione alle situazioni di svantaggio sociale e di rischio legati alla condizione minorile e familiare; la garanzia di un corretto e trasparente impiego delle risorse pubbliche. A coordinare il tutto ci sarà un tavolo di lavoro che si riunirà periodicamente e che sarà costituito da Comune e responsabili delle parrocchie. Gli operatori dell’Ufficio Servizi Sociali del Comune si rendono disponibili a segnalare esigenze e problemi di ordine generale relative a situazioni di particolare bisogno sociale ed educativo nel territorio, al fine di individuare priorità di intervento da sottoporre all’attenzione delle Parrocchie; inoltre, nel rispetto delle esigenze di riservatezza e in particolare della normativa vigente in materia di privacy, gli operatori si rendono altresì disponibili a elaborare, in collaborazione con le Parrocchie, progetti di intervento in favore di ragazzi problematici e dei loro nuclei familiari, finalizzati all’integrazione e socializzazione degli stessi, mettendo se possibile a disposizione le adeguate risorse per l’intervento.

“L’approvazione del protocollo d’intesa tra il Comune di Pioltello e gli Oratori delle Parrocchie è un risultato importante, voluto fortemente dalla giunta e dai parroci. – Ha dichiarato l’assessore ai Servizi Sociali Andrea Galimberti – Il precedente accodo era ormai scaduto, e abbiamo deciso insieme ai parroci, di redigerne uno nuovo, gettando nuove basi per la collaborazione su una serie di tematiche condivise. Riconosciamo il grande ruolo sociale, aggregativo e culturale che viene svolto negli Oratori e anche per questo abbiamo stabilito insieme di creare dei tavoli di co-progettazione che saranno momenti chiave per gettare le basi del lavoro da svolgere in sinergia sul territorio pioltellese. Ringrazio tutti coloro che hanno partecipato a questo lavoro per raggiungere un importante risultato che per noi non sarà altro che un nuovo punto di partenza.”
Tags: , ,

0 Commenti

Lascia un commento

Leggi Metropolis

Febbraio 2020

Seguici: