domenica, Settembre 26, 2021

Domenica 8 ottobre anche la sezione di Carugate dell’A.N.M.I.L. (dell’Associazione Nazionale Mutilati e Invalidi del Lavoro) ha promosso la 67° Giornata Nazionale per le vittime degli incidenti sul lavoro. La manifestazione, organizzata e coordinata da Ambrogio Castelli, presidente della sezione di Carugate, e patrocinata dal Comune, ha visto la presenza dei vertici dell’ ANMIL provinciale, Angelo Frigerio e Cav. Pippo Aprile, e degli iscritti di Milano e dintorni con lo scopo di sensibilizzare sul tema della necessità di prevenire gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali. “Quello della sicurezza sul lavoro è un tema che sta molto a cuore all’Amministrazione – ha dichiarato il Sindaco Luca Maggioni. In questo particolare momento storico è evidente la necessità di creare condizioni che garantiscano sicurezza e che prevengano infortuni e malattie, mettendo al servizio dei lavoratori ogni mezzo utile a preservarne la salute. Per la città di Carugate è un onore e un motivo di grande orgoglio aver ospitato il congresso milanese ANMIL in una giornata tanto carica di significato e tanto importante”.

La giornata, che si è aperta con un corteo e con la deposizione presso il cimitero di una corona alla lapide dedicata ai Caduti sul lavoro, è proseguita con una cerimonia civile presso l’auditorium Don Enrico de Gasperi della BCC MILANO e con la Santa Messa celebrata dal parroco Don Claudio Silva, per poi concludersi con un pranzo conviviale presso il Ristorante Peppino. La manifestazione svoltasi a Carugate si inserisce nel più ampio contesto della Giornata Nazionale per le vittime degli incidenti sul lavoro, che si è svolta a Cagliari nello stesso giorno. Infatti, anche il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, ha voluto esprimere la propria vicinanza tramite un messaggio inviato per l’occasione al Presidente dell’ANMIL, nazionale Franco Bettoni: “Le iniziative che oggi si svolgono in tutte le province italiane a partire da Cagliari costituiscono un momento di importante riflessione sul dramma degli infortuni sul lavoro. Prevenzione e attenzione alle vittime – ha sottolineato il Capo dello Stato – sono i cardini di una riflessione necessaria in materia di sicurezza. Il rischio di infortunio deve essere neutralizzato al suo insorgere in qualsiasi luogo e per qualsiasi forma di lavoro: solo così si può parlare di salvaguardia della salute. Ma se l’infortunio si verifica, l’invalidità, come la malattia, non deve essere lasciata a se stessa”.

Tags: , ,

0 Commenti

Lascia un commento

Leggi Metropolis

Luglio 2021

Seguici: