lunedì, Novembre 29, 2021

Durante lo svolgimento del prossimo Consiglio Comunale, previsto tra fine gennaio e inizio febbraio, Marco Franco, Movimento 5 Stelle, ufficializzerà la sua nomina come consigliere comunale. Dopo le dimissioni del suo predecessore e candidato sindaco del Movimento, Gerardo Algieri, avvenute nel periodo natalizio, il rifiuto di 2 dei primi dei non eletti (tra i quali Anna Desiderio moglie di Franco, nonché prima nella lista dei non eletti, e Cristina Settanni), il testimone è passato dunque al neo esponente d’opposizione Franco, e il suo insediamento avrà luogo, molto probabilmente, nella sala consiliare del nuovo comune in Piazzetta Ripamonti. Per capire che cosa bolle in pentola in casa M5s Gorgonzola, siamo andati direttamente dal nuovo membro consiliare “grillino” a porgli alcune domande.

Consigliere Franco è emozionato per questa nuova avventura che sta per intraprendere?
“Sì, molto emozionato, però mi piacerebbe che mi considerassi non come un consigliere, ma come un portavoce di un gruppo di cittadini che sono stanchi della vecchia politica”.

Come mai dopo un abbandono e due rinunce ha deciso di accettare?
“E’ mio dovere verso i cittadini che mi hanno votato e anche verso quelli che non mi hanno votato”.

Può dirci come mai Algieri ha deciso di lasciare il Consiglio?
“Non saprei; so solo che Gerardo ha svolto un ottimo lavoro, questo a detta non solo mia ma anche del resto del gruppo”.

Che tipo di opposizione ha intenzione di fare in sede consiliare?
“Sarà un’opposizione sana nel rispetto della democrazia e della Costituzione che viene sempre più lasciata da parte”.

Pensa di aggregarsi ai suoi colleghi di minoranza? Pensa di poter lavorare in collaborazione con i consiglieri d’opposizione facendo fronte comune contro l’attuale Amministrazione?
“Penso che mi aggregherò alle buone idee degli altri. Ci sarà collaborazione per le buone idee; non appoggiamo nessuno e non allontaniamo nessuno”.

Che cosa pensa dell’Amministrazione Stucchi?
“Non dovrebbe pensare solo alle grandi opere, ma anche ai piccoli problemi quotidiani dei cittadini”.

Una nota testata giornalistica locale riporta di voci di corridoio su malumori alla base del gruppo per il suo prossimo insediamento. Come risponde?
“Le parole fatte da voci di corridoio lasciano come sempre il tempo che trovano”.

Tags: , ,

0 Commenti

Lascia un commento

Leggi Metropolis

Novembre 2021

Seguici:

INSTAGRAM