mercoledì, Maggio 18, 2022

L’impegno sinergico messo in campo da Città Metropolitana di Milano, Istituto Argentia, Comune di Gorgonzola, Accademia Formativa Martesana e Nazca Mondoalegre Altromercato ha dato i suoi frutti: a partire dell’anno scolastico 2017-2018 sarà attivato presso la scuola di Gorgonzola il nuovo corso di studi tecnico in “Agraria, agroalimentare e agroindustria”. Il risultato è frutto dell’esito di un tavolo di lavoro avviato a inizio 2017 che ha portato alla presentazione del progetto “Agro-Millennials. Per una nuova generazione agricola metropolitana”.

“Questo progetto – spiega Serena Righini, assessore gorgonzolese alla Programmazione e sviluppo del territorio, Area metropolitana, Mobilità, Politiche ambientali, Smart city, Progetti di trasformazione e riqualificazione urbana – va nella direzione della variante di PGT in adozione tra pochi giorni, nella quale, proprio grazie a cooperazioni come quella nata per partecipare al Bando Cariplo, è stato dato un indirizzo di sviluppo della filiera agro-alimentare locale, vocazione che non si esaurisce con il cambio di destinazione urbanistica, fatto riportando oltre 1 milione di mq alla funzione agricola, ma che potrà attuarsi solo con politiche e progetti di cooperazione concreti tra soggetti locali, interessati e attivi su questi temi”.

Tra gli obiettivi del progetto, approvato e finanziato per 118.000 € da Fondazione Cariplo, c’è anche la creazione di una nuova serra didattica, tecnologicamente avanzata, che consentirà di dare piena attuazione al nuovo percorso di studi inserito nel Piano dell’offerta formativa 2017-2018, con l’intento di fornire una risposta positiva ai crescenti bisogni formativi di un territorio a forte vocazione agricola. “Questo modello – dichiara Roberto Maviglia, consigliere delegato al Risparmio Energetico e all’Edilizia Scolastica della Città Metropolitana – rappresenta una buona pratica che potrebbe in futuro essere adottata anche su altri territori, poiché in un contesto di scarsità di risorse ritengo sia fondamentale la cooperazione tra soggetti attivi per raggiungere buoni risultati”.

La necessità dell’attivazione di questo nuovo indirizzo tecnico di studi nasce dalle sollecitazioni di enti locali, aziende agricole e famiglie residenti in un territorio come quello della Martesana ad alta vocazione agricola, ma senza ancora nessun corso a indirizzo agrario. Lo scopo primario del progetto è la creazione di una filiera agro-alimentare locale nel territorio delle aree a nord di Gorgonzola, mentre quello secondario, ma non per questo meno importante, è la diffusione della cultura agricola nelle scuole dell’area metropolitana come reale opportunità di occupazione e reddito.

“Si è abituati a pensare, – dichiara Angelo Stucchi, sindaco di Gorgonzola – forse per qualche retaggio scolastico o pregiudizio sociale, che l’agricoltura sia la più antiquata e umile delle attività economiche che danno forma alla nostra società. Invece, mai come negli ultimi anni, è proprio nel settore primario che si stanno affrontando le sfide più innovative e cruciali per il futuro non solo dell’ambiente, ma anche della nostra stessa economia. Questo progetto che vede nell’agricoltura la possibilità di sviluppare attività che coniughino la redditività a temi cruciali quali l’innovazione, la sostenibilità, l’ecologia e la solidarietà ben si colloca nella nostra visione di città che investe nella filiera agro-alimentare per generare il suo futuro”. “Obiettivo strategico di Città metropolitana – conclude il consigliere Maviglia – è la programmazione integrata della rete scolastica metropolitana, in cui le scelte vengono condivise con i Comuni e con le istituzioni scolastiche, mettendo a sistema le diverse competenze ed esperienze per riuscire a presentare il miglior Piano dell’offerta formativa in relazione al territorio”.

Tags: , , , ,

0 Commenti

Lascia un commento

Leggi Metropolis

Maggio 2022

Seguici:

INSTAGRAM