sabato, Settembre 19, 2020

L’Amministrazione comunale, dopo aver perfezionato l’accordo con Ats Milano Città Metropolitana e ASST Melegnano e della Martesana al fine di erogare direttamente alcuni servizi o erti dall’ex Asl, come la scelta e revoca del medico, il rilascio dei codici Pin e Puk relativi alla carta CRS, che verranno forniti da personale adeguatamente preparato presso lo sportello sicurezza della Polizia Locale, ha firmato un’altra importante convenzione, con l’ASST , per “riportare” a Vimodrone anche il Cup (Centro unico di prenotazione), una postazione informatica dove i cittadini potranno prenotare le proprie prestazioni specialistiche, pagare la propria quota di partecipazione alla spesa sanitaria.

Il personale addetto alla postazione, individuata temporaneamente al secondo piano della ex sede di via Battisti, sarà indicato dall’ente e l’addestramento di competenza dell’ASST. “La firma della convenzione con l’ASST è frutto di una intensa collaborazione con il Direttore Generale dell’Asst Melegnano-Martesana, Dr. Mario Alparone e la Direttrice socio sanitaria, Dr.ssa Patrizia Zarinelli – dichiara l’assessore alla salute del comune di Vimodrone, Enzo Gregoli – un accordo non facile da raggiungere che tuttavia evidenzia una chiara volontà dell’Amministrazione locale di potenziare i servizi sul territorio, con la riduzione dei comprensibili disagi per i pazienti e per le rispettive famiglie, pubblicamente manifestati con lettere e mail e attraverso una raccolta di firme. Un ringraziamento ai due funzionari della Asst per la sensibilità dimostra nel raggiungimento di tale obiettivo”.

“Sono soddisfatto di questo accordo – dice il sindaco Dario Veneroni – riportiamo sul territorio servizi necessari per i nostri cittadini. Vimodrone è una realtà territoriale che ha visto, negli anni scorsi, una forte espansione demografica e l’invecchiamento stesso della popolazione. Non potevamo non farci portavoce di un bisogno reale delle fasce più deboli della società”. “Quella di oggi rappresenta una bella pagina di collaborazione istituzionale che contribuisce a rendere più semplice la vita dei nostri cittadini – dichiara l’Assessore al Welfare di Regione Lombardia Giulio Gallera – . Con la riforma sanitaria abbiamo voluto che le nostre ASST si radicassero nel territorio proprio perché si attivassero percorsi virtuosi e reti sul territorio capaci di coinvolgere anche le amministrazioni comunali nella presa in carico dei pazienti, specie quelli più fragili. Apprezziamo molto la collaborazione del comune di Vimodrone perché ci permette di mantenere sul territorio un presidio che eroga servizi importanti come la scelta e revoca del medico e da oggi anche il centro prenotazioni”. “La strategia è quella di utilizzare tutte le potenzialità espresse dal territorio nell’ottica di fare rete – dichiara il Direttore Generale dell’ASST Mario Alparone -. Sempre con questa finalità vanno inoltre sviluppate le sinergie tra Istituzioni Locali, ASST e Medici di Medicina Generale per realizzare percorsi assistenziali, clinici ed organizzativi di presa in carico dei pazienti cronici e fragili così come richiesto dalla legge di evoluzione del Sistema Sanitario Regionale.

Tags: , , , , ,

0 Commenti

Lascia un commento

Leggi Metropolis

Settembre 2020

Seguici: