martedì, Gennaio 18, 2022

Proseguiamo l’approfondimento sulla riforma sanitaria lombarda, intervistando l’Assessore Regionale alla Sanità, Mario Mantovani.
Quali sono le linee guida più importanti della riforma sanitaria della Regione Lombardia?
“Centralità del cittadino, presa in carico e continuità assistenziale, promozione della prevenzione, libera scelta del luogo di cura, integrazione sanitaria e sociosanitaria, valorizzazione delle risorse umane e professionali, maggiore collaborazione con le Università, fondamentale ruolo del Terzo Settore e del volontariato, nascita di strutture intermedie per la cura delle cronicità e di centri di eccellenza. Sono queste le fondamenta della riforma sanitaria che Regione Lombardia sta studiando, al fine di rispondere alle tante nuove sfide che oggi la società pone. Il 70% della spesa sanitaria regionale è infatti oggi rivolto a circa il 30% della popolazione e nel 2030 sono previsti 3 milioni di cittadini over 65 di cui 1 milione over 80. Si rende dunque necessario un nuovo modello che possa dare risposte adeguate alla domanda del ‘prendersi cura’. Non più solo acuzie, ma percorsi dedicati per la cronicità, con luoghi deputati alle diverse esigen- ze, che coprano i bisogni del territorio”.
Come mai, visto che parliamo sempre di un sistema sanitario di assoluta eccellenza (non solo a livello italiano) si è resa necessaria questa riforma?
“Il merito della riforma sanitaria approvata nel 1997 è stato quello di creare le condizioni normative perché trovassero spazio – anche in campo sanitario – le migliori energie del popolo lombardo: capacità di fare impresa, generosità, tensione costante verso l’innovazione, desiderio di fare sempre meglio, senso della salute e della sua tutela come un bene collettivo, attenzione per i propri ospedali. A quasi vent’anni di distanza i sistemi sanitari dei paesi occidentali si trovano ad affrontare una nuova sfida. L’attuale modello di assistenza necessita di un aggiornamento a fronte dell’aumento esponenziale di soggetti affetti da crescenti patologie croniche”.
Nei mesi scorsi si è assistito a qualche discordanza di visione tra i vari partiti della coalizione di governo in merito alla riforma: alla fine è stata trovata la sintesi?
“La dialettica politica all’interno delle Istituzioni è necessaria per favorire la circolazione di idee e propositi e così creare il giusto equilibrio nella risposta ai bisogni dei cittadini. Il Presidente fa- vorisce questo clima di confronto che può solo arricchire i progetti di Regione Lombardia. Ognuno nelle dovute sedi evidenzia gli aspetti che ritiene fondamentali, ma le linee base e le priorità del buon funzionamento – in questo caso della sanità lombarda – sono condivise da tutti e su questa strada continua il nostro percorso di miglioramento”.
Vorremmo entrare nel cuore di una legge a nostro avviso molto importante approvata poco tempo fa: quella che rende obbligatoria la conoscenza delle manovre di disostruzione per gli operatori di tutti i centri, scuole e asili, che hanno a che fare quotidianamente con i bambini
“La prevenzione delle situazioni d’emergenza che si possono verificare per inalazione di un corpo estraneo rappresenta lo strumento più importante per evitare gravi conseguenze. Per questo, il provvedimento approvato in Consiglio Regionale lo scorso 24 marzo rappresenta un innovativo strumento per evitare possibili eventi acuti ed essere informati e formati sui principi di base per la rianimazione e la disostruzione delle alte vie aeree in età neonatale e pediatrica. È un gesto di grande responsabilità verso gli altri e verso il futuro; nonostante le manovre corrette da effettuare in caso di emergenza siano semplici, solo poche persone sono in grado di effettuarle: vanno conosciute bene ed eseguite con tempestività e rapidità, elementi che solo la formazione può consentire, anche per evitare interventi sbagliati o manovre ulteriormente dannose. Forme- remo gli oltre 1.000 Istruttori già presenti presso i Centri di formazione validati da AREU per diffondere queste informazioni basilari”.

Tags: , , , ,

0 Commenti

Lascia un commento

Leggi Metropolis

Dicembre 2021

Seguici:

INSTAGRAM