Sport Time 2017, premiati gli atleti dell’anno

Sport Time 2017, premiati gli atleti dell’anno

Domenica 10 settembre in occasione della Festa Cittadina, al Centro Culturale Verdi di via XXV Aprile si è tenuta l’edizione 2017 di Sport Time, la manifestazione che premia momenti e storie di sport. Cinque gli atleti o i gruppi di atleti segratesi che hanno ricevuto dal sindaco Paolo Micheli e dall’assessore allo Sport Francesco Di Chio il riconoscimento di sportivo dell’anno. Si tratta di Giampiero Maggi, campione di motonautica negli anni Sessanta; Giorgia Rigamonti, giovane promessa della ginnastica artistica italiana; Paolo Mutti, ex campione di football americano oggi allenatore dei Seaman Milano; Ioana Batin, campionessa italiana Fiarc arco nudo che gareggia con la piccola figlia Lavinia sulle spalle; Lorenzo Naldini, campione italiano Under 15 di basket e giovane promessa della pallacanestro; la squadra di pallavolo Under 12 dell’Alba Segrate, classificatasi seconda nel campionato primaverile regionale PGS.

“Con questi riconoscimenti abbiamo voluto premiare non solo l’aspetto puramente atletico e sportivo, ma anche le storie appassionate dei nostri concittadini che con grinta, determinazione e spirito di sacrificio sono riusciti a raggiungere traguardi e risultati inaspettati – spiega l’assessore allo Sport Francesco Di Chio -. Siamo molto soddisfatti dei nomi scelti e stiamo già lavorando all’edizione dell’anno prossimo, alla ricerca di talenti o di sportivi affermati che portano alto il nome di Segrate in giro per la Lombardia e l’Italia”. “Lo sport ci insegna che la fatica non è qualcosa da qui fuggire, ma la chiave per raggiungere i nostri sogni – commenta il sindaco Paolo Micheli -. C’è un circolo virtuoso nello sport: più ti diverti più ti alleni; più ti alleni più migliori; più migliori più ti diverti. Il mio augurio a tutti gli sportivi segratesi è quindi quello di continuare a divertirsi”.

La cerimonia di domenica è stata impreziosita dall’intervento di Giorgio Teruzzi, giornalista e scrittore. L’autore del romanzo “Semplice” (Edito da Rizzoli), intervistato dall’assessore alla Cultura Gianluca Poldi, ha raccontato aneddoti di personaggi del calibro di Valentino Rossi, Ayrton Senna e Michael Schumacher, grandi campioni che hanno saputo unire al talento innato la ricerca della perfezione nei gesti in cui in cui si sentivano carenti. Di seguito i nomi dei premiati con le motivazioni.

Giampiero Maggi – Un esempio per tutti gli sportivi perché ha dimostrato come la passione,  l’interesse e l’impegno nei confronti della famiglia, del lavoro e dello sport possano conciliarsi con successo.

Giorgia Rigamonti – Per l’impegno sportivo messo in campo nonostante la giovane età, per la costanza negli allenamenti e la grinta che raccontano la sua grande passione per la ginnastica artistica.

Paolo Mutti – A un grande campione  che fa del rispetto e del riconoscimento della forza degli avversari un elemento fondante del suo modo di affrontare  il football americano.

Ioana Batin (ha ritirato il premio Giorgio Monza, presidente Arcieri Novegro) – Per la sua bellissima storia d’amore e di sport. Una di quelle storie che inteneriscono e che ci fanno assaggiare il rapporto mamma e bambina nel momento della gara sportiva, quasi che dal loro amore possa nascere, ogni volta, una forza straordinaria.

Lorenzo Naldini – Una storia fatta di passione e di grande impegno di un giovane grintoso già pronto alla sfida dei prossimi mesi. Un quindicenne che ha davanti a sé solo radiose prospettive.

Under 12 Alba Segrate – Una storia che al di là dei risultati inattesi e del valore delle singole atlete non può che lasciare piacevolmente stupiti e che fa scoprire quanto anche le piccole realtà, senza grandi mezzi, possano fare bene con grinta, autostima e passione.

 

Autore:: adminweb

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *