lunedì, ottobre 15, 2018
Novità in Giunta: esce Francesco Di Chio, entra Umberto Costamagna

Mini rimpasto in Giunta dopo l’uscita dell’assessore Francesco Di Chio, recentemente eletto segretario del Circolo cittadino del Partito Democratico, e l’ingresso al suo posto di Umberto Costamagna. “Una scelta dettata non certamente dalla mia volontà – sottolinea il sindaco Paolo Micheli – ma per questioni di incompatibilità tra le due cariche secondo lo Statuto del PD. Ringrazio di cuore l’assessore Di Chio, il più giovane componente della nostra squadra, per la crescita politica raggiunta, l’eccezionale contributo di idee portato in questi tre anni di mandato al servizio della città con tantissimi risultati ottenuti e progetti avviati in fase di realizzazione. Sono certo che il suo nuovo incarico avrà altri effetti benefici sulla nostra comunità”.

Francesco Di Chio esprime la propria gratitudine al sindaco e ai colleghi per la fiducia riposta: “Come tutti noi, ho svolto il compito che il sindaco mi ha assegnato in un momento difficile con grande senso di responsabilità, in particolare mi sono trovato a dover riportare ordine rispetto al passato nei rapporti con le associazioni e le realtà sportive, fondamentali perni del tessuto sociale cittadino”. Parole di ringraziamento da parte dell’ex assessore Di Chio anche per i dipendenti del Comune e l’assicurazione che il suo apporto per la città sarà sempre attivo e propulsivo.

Il neo assessore Umberto Costamagna, affermato imprenditore, giornalista, impegnato nel volontariato, viene presentato dal sindaco come un “uomo del fare”, di alta caratura morale. Virtù dimostrate nella sua lunga carriera, figura di assoluta competenza nella gestione della macchina comunale e nell’impegnativo compito di seguire i Lavori Pubblici nell’ultimo biennio di governo, in cui il sindaco ha preannunciato importanti investimenti per cambiare Segrate secondo le linee del programma elettorale, ora che i conti comunali sono stati risanati. A Umberto Costamagna vengono quindi assegnate la delega alle Risorse Umane, prima in capo al sindaco, ai Lavori Pubblici, già del vicesindaco Luca Stanca, e del Volontariato e Associazionismo, eredità avuta da Francesco Di Chio.

Il nuovo assessore, ringraziando il sindaco per la nomina, si dice “pronto e orgoglioso di cominciare questa nuova avventura al servizio dei segratesi. Mi occuperò dell’’urbs’, la città di pietra, senza però dimenticare la ‘civitas’, ovvero la città delle persone. Il mio operato si fonderà sulla partecipazione e sull’ascolto dei cittadini, basi e punti chiave per una buona politica. Ho voglia di scrivere insieme al sindaco, alla giunta e ai segratesi una pagina nuova di storia cittadina, per cercare di lasciare Segrate migliore di come l’abbiamo trovata”. In questo mini rimpasto di deleghe, Sport e Tempo libero, prima di Francesco Di Chio, vengono assegnate al vicesindaco Luca Stanca e vengono esplicitate due nuove deleghe: Tutela degli animali e Beni confiscati, di competenza dell’assessore Santina Bosco.

Umberto Costamagna nasce nel 1955 a La Spezia; vive a Segrate ed è sposato con due figli e si è laureato in Scienze Politiche all’Università degli studi di Pisa. Ha iniziato l’attività professionale nella Direzione del Personale di una divisione delle Industrie Pirelli e successivamente in Arnoldo Mondatori Editore. Dopo 5 anni in Mondadori continua la carriera professionale nel marketing e nella gestione editoriale presso l’Istituto Geografico De Agostini, IDG Communication Italia, Bramante Editore, Motta Periodici, Edizioni Piemme. A 44 anni gestisce come Direttore Generale un’azienda di servizi di call center e telemarketing e infine, nel 2002, avvia un’attività imprenditoriale sempre all’interno del settore dei servizi di contact center, fondando il Gruppo Call & Call. Dopo 17 anni di attività, oggi il gruppo di cui Umberto Costamagna è fondatore e presidente, ha 7 sedi dislocate su tutto il territorio nazionale e circa 2.600 dipendenti (di cui oltre il 95 per cento assunti a tempo indeterminato). E’ stato per sei anni Presidente nazionale di Assocontact, l’associazione di call e contact center in outsourcing di Confindustria e per due anni vicepresidente di Confindustria Digitale. Giornalista pubblicista dal 1975, ha fondato e dirige la Gazzetta della Spezia on line. Da sempre è attivo nel volontariato sociale.

Tags: , , ,

0 Commenti

Lascia un commento

Leggi Metropolis

Settembre 2018

Seguici: